Ecobonus 2019: ecco gli incentivi per auto e moto elettriche

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 gennaio 2019 10:34 | Ultimo aggiornamento: 21 gennaio 2019 10:47

Ecobonus 2019: ecco gli incentivi per auto e moto elettricheROMA – Ultimo tra i grandi Paesi europei, anche l’Italia ha deciso di concedere incentivi per l’acquisto di veicoli a quattro e due ruote, elettrici e ibridi. Oltre ad accordare agevolazioni per l’installazione di impianti di ricarica. Tutte le misure entrano in vigore dal primo marzo 2019, con durata fino al 31 dicembre 2021. Vediamo come funzionano gli incentivi, settore per settore.

AUTO ELETTRICHE. Lo sconto governativo per i modelli a emissioni zero come le elettriche è di 6 mila euro se si rottama un’auto fino a Euro 4 e di 4 mila euro senza rottamazione. Attenzione, però: l’incentivo, spetta in misura minore anche alle auto che emettono fino a 70 grammi di CO2/km, nella misura di 2.500 euro con rottamazione e 1.500 senza. Sostanzialmente si tratta di un certo numero di modelli ibridi. E i mezzi economici messi a disposizione dal governo (60 milioni di euro per quest’anno e 70 milioni per il 2020 e il 2021) potrebbero non bastare per soddisfare tutte le domande. Meglio quindi anticipare eventuali acquisti alla prima parte dell’anno. Sarà il concessionario a cui ci si rivolge per l’acquisto dell’auto nuova a verificare che ci siano ancora fondi a disposizione.

Ecobonus 2019: ecco gli incentivi per auto e moto elettriche

SCOOTER E MOTO. Gli incentivi ci saranno solo per le ibride ed elettriche fino a 11 kW di potenza (14,96 cavalli), con velocità massima fino a 45 km all’ora. Il contributo sarà pari al 30% del prezzo d’acquisto di una moto o di uno scooter “nuovo di fabbrica”, fino a un massimo di 3 mila euro. Un bello sconto. A fronte dell’acquisto, però, andrà rottamato entro 15 giorni un vecchio scooter o motociclo, delle classi Euro 0, Euro 1 o Euro 2. Anche qui c’è un budget complessivo di 10 milioni di euro. E anche qui il regolamento di attuazione in arrivo dovrebbe confermare l’avvio al primo marzo 2019. 

Ecobonus 2019: ecco gli incentivi per auto e moto elettriche

COLONNINE DI RICARICA. Attenzione: tra le novità della legge di Bilancio 2019 per incentivare la mobilità elettrica, c’è anche la detrazione del 50% per chi installa le colonnine di ricarica, anche in condominio. Anche questa misura parte da marzo 2019, fino a dicembre 2021. E può aiutare a colmare un ritardo in cui ancora versa il nostro Paese: mentre le colonnine pubbliche cominciano a spuntare un po’ ovunque, grazie anche al massiccio piano varato da Enel X, le ricariche private sono ancora al palo, nonostante le soluzioni tecniche non manchino. Come è possibile ottenere la detrazione? Producendo le spese documentate sostenute per l’acquisto e la posa in opera. Importante ricordare che sono inclusi nella detrazione i costi iniziali per la richiesta di potenza addizionale, fino ad un massimo di 7 kW. Questo perché è normale che chi acquista un’auto elettrica e installa una colonnina o una wall-box voglia dotarsi di una potenza maggiore per ricaricare più rapidamente. Si ha diritto all’agevolazione solo se l’infrastruttura è dotata di uno o più punti di ricarica di potenza standard non accessibili al pubblico. In pratica, prese private per singole abitazioni o condomini. Bisogna comunque attendere i particolari applicativi, contenuti in un decreto di prossima emanazione. Quel che si sa per certo è che la detrazione viene ripartita in dieci quote di pari importo (come per altri bonus legati al miglioramento energetico) ed è calcolata su un ammontare massimo di 3.000 euro.

Ecobonus 2019: ecco gli incentivi per auto e moto elettriche