Enel Green Power parteciperà a gare di fornitura energetica dell’esercito Usa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 settembre 2013 16:10 | Ultimo aggiornamento: 13 settembre 2013 16:10
Enel Green Power parteciperà a gare di fornitura energetica dell'esercito Usa

Enel Green Power parteciperà a gare di fornitura energetica dell’esercito Usa

ROMA – Enel Green Power North America (EGP-NA) – uno dei maggiori operatori in USA nel settore delle energie rinnovabili, con impianti operativi e in costruzione in 21 stati degli USA e in tre province canadesi – è stata una delle 22 aziende ad aggiudicarsi il diritto di partecipare alle gare dell’Esercito degli Stati Uniti per la fornitura di energia (“Power Purchase Agreements” -PPA) generata con tecnologia solare, e tra le 17 selezionate per la fornitura di energia eolica.

Lo scorso maggio, la controllata statunitense di Enel Green Power è stata una delle cinque aziende che si sono aggiudicate il diritto di partecipare alle gare dell’Esercito degli Stati Uniti per la fornitura di energia generata con tecnologia geotermica.

Il Centro di Supporto del Genio militare statunitense (U.S. Army Corps of Engineers,Engineering and Support Center) di Huntsville, in Alabama, in collaborazione con la Army Energy Initiatives Task Force (EITF) ha recentemente messo a punto un contratto d’appalto multi-incarico (MATOC) di tipo IDIQ (Indefinite Delivery, Indefinite Quantity) unico nel suo genere.

Saranno unicamente le società selezionate a poter partecipare a bandi per i futuri progetti dell’Esercito, che prevedono un investimento di 7 miliardi di dollari statunitensi in energie rinnovabili.

Questi contratti fanno parte dell’obiettivo del Dipartimento della Difesa americano che mira al raggiungimento di una quota del 25 per cento di energia prodotta da fonti rinnovabili entro il 2025.

Il particolare contratto d’appalto potrà garantire una fornitura affidabile, locale e sostenibile, grazie a contratti di fornitura di energia rinnovabile per circa 30 anni, sfruttando impianti sviluppati, finanziati, costruiti e gestiti da aziende private.

Grazie alla lista di fornitori preferenziali, sarà possibile facilitare il processo di acquisizione per progetti futuri e velocizzare i tempi di implementazione a beneficio sia del committente, ossia l’Esercito americano, sia del settore privato.

Per quanto riguarda il solare, Enel Green Power detiene e gestisce circa 250 MW di capacità installata netta nel mondo. In Nord America, EGP-NA è presente in Nevada con l’impianto fotovoltaico di Stillwater. Con una capacità installata di 26 MW, abbinato ad un impianto geotermico a ciclo binario a media entalpia, costituisce il primo impianto ibrido geotermico – solare al mondo nel suo genere. La scorsa settimana, la prima del mese di settembre, è poi entrato in esercizio un impianto da 2,4 MW nel Vermont, adiacente all’impianto idroelettrico da 27 MW di Sheldon Springs, uno dei 5 impianti idroelettrici della controllata americana di EGP nello Stato.

Nell’eolico la capacità installata netta degli impianti di EGP è di circa 5.000 MW, in grado di produrre oltre 10 TWh. In Nord America, EGP North America, controlla e gestisce impianti eolici con una capacità installata di oltre 1200 MW, in grado di produrre oltre 3 TWh all’anno.

Enel Green Power ha in esercizio una capacità geotermica netta di 770 MW in tutto il mondo, che produce circa 5,5 TWh all’anno. Nel Nord America, l’azienda possiede gli impianti di Stillwater e Salt Wells vicino a Fallon, in Nevada, per un totale di 47 MW. Entrambi gli impianti utilizzano la tecnologia a ciclo binario a media entalpia, tra le più avanzate nel settore. Attualmente, EGP-NA sta costruendo un altro impianto geotermico da 25 MW nello Utah, Cove Fort, utilizzando la stessa tecnologia d’avanguardia.