Enel Green Power, risultati terzo trimestre 2014: ricavi in crescita

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 novembre 2014 14:54 | Ultimo aggiornamento: 7 novembre 2014 14:57
Enel Green Power, risultati terzo trimestre 2014: ricavi in crescita

Enel Green Power, risultati terzo trimestre 2014: ricavi in crescita

ROMA – Enel Green Power, il cda ha approvato i risultati al 30 settembre 2014:  Enel Green Power chiude il periodo gennaio-settembre con un utile in calo del 2,9% a 395 milioni, ma al netto delle operazioni straordinarie (la cessione di Enel.si nel 2013) il risultato cresce del 15,9%.

I ricavi sono in aumento del 3,7% a 2,084 miliardi di euro. Tra i dati operativi di maggior rilievo, la capacità installata netta sale a 9,5 GW, il 10,5% in più. Cresce anche la produzione netta, che sale a 23,5 TWh (+8,8%).

Enel Green Power nel terzo trimestre del 2014, ha registrato ricavi in crescita del 16% a 674 milioni e un utile netto in ribasso del 26% a 102 milioni: al netto delle operazioni straordinarie il risultato sarebbe in rialzo di 13 milioni.

Tornando ai nove mesi, sull’utile incide l’aumento dell’Ebit (8 milioni di euro), l’incremento della quota dei proventi netti da partecipazioni valutate con il metodo del patrimonio netto (19 milioni di euro) che nel 2013 accoglievano alcune svalutazioni e il decremento delle imposte del periodo (16 milioni di euro), attribuibile principalmente alla riduzione dell’aliquota della Robin Hood Tax in Italia (17 milioni di euro).

L’aumento dei ricavi si deve in particolare all’iscrizione dell’indennizzo previsto nell’accordo con Sharp sull’Off-Take della produzione della fabbrica 3Sun (95 milioni di euro). C’è però anche un lieve incremento dei ricavi per vendita di energia elettrica, comprensivi degli incentivi, che deriva principalmente dall’America Latina (91 milioni di euro) dal in Nord America (37 milioni di euro), compensato dai minori ricavi registrati in Iberia, che tengono conto della stima degli effetti della modifica regolatoria del 2013.

L’Ebitda (margine operativo lordo) dei primi nove mesi del 2014, pari a 1,317 miliardi, registra un incremento di 12 milioni, pur scontando un effetto cambi negativo pari a 7 milioni di euro. A crescere sono l’area Europa, malgrado il calo dei ricavi, e quella Nord America, mentre in flessione è l’America latina.