Enel in Russia, impianto negli Urali. Anche Putin all’inaugurazione

Pubblicato il 25 Luglio 2011 21:25 | Ultimo aggiornamento: 25 Luglio 2011 21:42

MOSCA, 25 LUG – Il premier russo Vladimir Putin ha inaugurato oggi in video conferenza dalla Casa Bianca, la sede del governo, due nuove ‘power station’, una di Ogk-5 (Enel) negli Urali, tra le piu’ importanti regioni industriali russe, e una di Ogk-4 (della tedesca Eon) nella Siberia occidentale.

Il capo del governo si e’ collegato con il ministro dell’Energia, Serghiei Shmatko, e con il suo vice, Andre Shshkin, presenti all’avvio dei nuovi impianti, e ha elogiato gli investimenti e il rispetto degli impegni da parte delle due maggiori compagnie elettriche straniere presenti in Russia. Per Enel era presente Carlo Tamburi, capo della divisione internazionale.

La teleconferenza e’ stata seguita da un press-briefing con i dirigenti delle societa’ russe di Enel ed Eon e i rappresentanti dei ministeri dell’energia. Enel ha lanciato una nuova turbina a gas a ciclo combinato (con il vapore) con una capacita’ di 410 mw nella centrale di Sredneuralskaia, 20 km a nord di Iekaterinburg, sugli Urali, per un investimento di 380 milioni di euro. Si tratta di una centrale storica, risalente alla meta’ degli anni trenta. Con il suo ammodernamento e potenziamento (iniziato nel settembre 2008), Enel soddisfera’ la crescente domanda di energia di una vasta area degli Urali, compresa la regione di Sverdlosk. Il livello di efficienza energetica e’ del 58%, contro il 35-40% degli impianti a gas tradizionali.

Il 15 luglio Enel ha inaugurato un altro impianto analogo da 410 mw nella centrale di Nevinnomisskaia, nella regione meridionale di Stavropol, nel Caucaso del nord, altra area russa affamata di energia. Con l’inaugurazione odierna, la societa’ italiana e’ diventata la prima compagnia elettrica ad adempiere ai suoi impegni per garantire nuova capacita’ nel settore, come ha sottolineato Tamburi. La costruzione della nuova unita’ a Sredneuralskaia ha inoltre generato circa 350 nuovi posti di lavoro all’anno, coinvolgendo una decina di societa’ russe. Enel e’ entrata nel mercato russo sette anni fa realizzando una presenza verticale integrata. Dal 2007 al 2009 ha investito in Russia circa 3,3 miliardi di euro. Il programma di investimenti per il periodo 2011-2015 e’ di circa 900 milioni di euro.