Enel confermata tra le aziende leader nella sostenibilità ambientale

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 giugno 2019 15:04 | Ultimo aggiornamento: 12 giugno 2019 15:04
Enel confermata tra le aziende leader nella sostenibilità ambientale

Enel confermata tra le aziende leader nella sostenibilità ambientale

ROMA – Enel è stata confermata nella serie di indici FTSE4Good, che seleziona le più importanti aziende globali valutandone la trasparenza e le prassi ambientali, sociali e di governance (ESG), a seguito della prima revisione semestrale del 2019. Il Gruppo supera positivamente anche l’assessment semestrale dell’indice Euronext Vigeo-Eiris World 120. Lo comunica Enel in una nota. 

Due volte all’anno l’indice Euronext Vigeo-Eiris World 120 seleziona le 120 aziende più sostenibili tra le 1.500 principali società in termini di capitalizzazione di mercato di Nord America, Asia-Pacifico ed Europa.

Enel vede anche confermata la propria presenza negli indici Euronext Vigeo regionali – Eurozone 120 ed Europe 120, che selezionano, rispettivamente, le 120 società più sostenibili fra le maggiori 500 società nell’area dell’euro e in Europa.

5 x 1000

Enel è stata infine confermata nell‘Integrated Governance Index (IGI), il primo osservatorio italiano che valuta la capacità delle imprese di integrare la sostenibilità nelle proprie strategie aziendali. Nello specifico, Enel è al primo posto nell’implementazione di una gestione responsabile delle persone.

Sia FTSE Russell che Vigeo-Eiris, spiega Enel nella nota, premiano il ruolo di leadership di Enel nel promuovere un modello di business a bassa emissione di CO2 tramite il ricorso a rinnovabili oltre a digitalizzazione e soluzioni energetiche avanzate e riconoscono l’impegno di Enel nell’implementazione di pratiche di gestione aziendale responsabili nella sua operatività quotidiana. In particolare, FTSE Russell ha evidenziato la trasparenza della società, mentre Vigeo-Eiris riconosce la straordinaria performance di Enel sia nei settori della corporate governance, che delle strategie ambientali e dei diritti umani. Nello specifico, riguardo i diritti umani, una menzione particolare è stata rivolta all’impegno di Enel nel prevenire la discriminazione oltre che al rispetto per la libertà di associazione e della contrattazione collettiva

La leadership in sostenibilità si estende anche alle altre società quotate del Gruppo Enel, fra cui la controllata spagnola Endesa, che vede confermata l’inclusione nell’indice FTSE4Good e in tutti e tre gli indici di Vigeo-Eiris.

Enel Américas ed Enel Chile, le controllate di Enel che operano in America Latina, sono state confermate nell’indice FTSE4Good.

Il Gruppo Enel è inoltre presente in altri importanti indici di sostenibilità, quali il Dow Jones Sustainability Index, gli indici STOXX Global ESG Leaders, il Carbon Disclosure Leadership Index, l’OEKOM “Prime”, gli ECPI, gli indici Thomson Reuters/S-Network ESG Best Practices, Thomson Reuters Diversity & Inclusion e la classifica Equileap’s Top 200 sull’uguaglianza di genere.

La leadership di Enel nella sostenibilità, attestata da questi indici, attira sempre più l’attenzione degli investitori ESG, i cui investimenti nella società sono in costante crescita e rappresentano oltre il 10,5% del capitale sociale del Gruppo al 31 dicembre 2018, con un incremento del 78% rispetto al 2015. Questo aumento, sottolinea Enel, riflette la crescente importanza attribuita dal mercato finanziario agli elementi non finanziari nella creazione di valore sostenibile di lungo termine. (Fonte: Enel)