Eni si toglie la cravatta: dipendenti in abiti informali per contenere Co2

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Giugno 2015 14:36 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2015 14:36

ROMA – Eni si toglie la cravatta per risparmiare energia e aiutare l’ambiente. Lo sapevate infatti che senza giacca e cravatta è possibile alzare di 1°C la temperatura negli edifici contribuendo a contenere le emissioni di CO2? Per questo dal 2007 Eni chiede ai propri dipendenti di dismettere l’abbigliamento formale a lavoro. Niente giacca e cravatta, per una buona causa, da giugno a settembre (cioè per tutto il periodo estivo).

D’altronde i risultati negli altri anni sono stati stupefacenti: nelle prime otto edizioni le emissioni ti Co2 hanno subito un abbassamento totale del 1228, con una media di 153,5 all’anno. Tale risparmio, in termini economici, è stato investito in progetti di sostenibilità.

La policy aziendale quasi impone comportamenti virtuosi in questo campo: la tutela dell’ambiente e l’uso attento delle risorse naturali assumono particolare importanza in un’azienda come Eni che ritiene un requisito imprescindibile, operando in contesti anche molto vulnerabili, evitare o limitare il più possibile gli impatti delle proprie attività. Questa sensibilità si è sviluppata grazie anche alle persone di Eni, che con le loro competenze e la loro capacità di innovazione hanno stimolato l’azienda su questi temi.

E’ importante quindi continuare questo percorso favorendo il diffondersi di un atteggiamento culturale consapevole che vivere e “lavorare‘ nel rispetto dell’ambiente sia un elemento scontato, imprescindibile, anche a partire da semplici gesti quotidiani. Proprio per diffondere e stimolare a tutti i livelli questa consapevolezza l’azienda promuove una campagna di comunicazione interna che intende sensibilizzare le persone di eni sull’importanza di evitare sprechi di acqua e di energia, di limitare la produzione dei rifiuti e di migliorarne la possibilità di riciclo e sull’impatto che hanno i trasporti sull’ambiente.

Dunque l’obiettivo è di aiutare a riflettere su come contribuire a rispettare l’ambiente, con semplici accorgimenti adottati in ufficio o a casa o nella gestione di una qualunque sezione di un impianto industriale. Risultati importanti per l’ambiente si possono ottenere sommando il contributo, per piccolo o grande che sia, di tutti.

Eni si toglie la cravatta: dipendenti in abiti informali per contenere Co2

I dati del risparmio energetico ottenuto nelle passate edizioni