Gas, accordo Russia-Ucraina-Ue. Scongiurato l’inverno al freddo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 ottobre 2014 22:18 | Ultimo aggiornamento: 30 ottobre 2014 22:18
Gas, accordo Russia-Ucraina-Ue. Scongiurato l'inverno al freddo

Gas, accordo Russia-Ucraina-Ue. Scongiurato l’inverno al freddo

BRUXELLES – Dopo due giorni di negoziati per un totale di 14 ore di trattative è stato raggiunto un accordo tra Mosca, Kiev e la commissione Ue sulle forniture di gas. Lo si apprende da fonti diplomatiche a Bruxelles.

L’accordo stabilisce i nuovi termini economici e i nuovi prezzi delle forniture di metano fino a marzo 2015. Grazie alla firma viene allontanato lo scenario di una nuova crisi energetica, che sarebbe stata la terza in cinque anni. Scenario, questo, da evitare a tutti i costi anche per la crisi.

La firma apre a una possibile e parziale schiarita anche nella crisi tra Russia e Ucraina. Per firmare Mosca chiedeva che l’Europa facesse da garante per i pagamenti. Garanzie che sono arrivate. Se l’Ucraina dovesse essere insolvente, toccherà alla Ue garantire che questa possa pagare.

Così su Repubblica Luca Pagni spiega l’accordo:

A Mosca sono stati assicurati pagamenti anticipati per i primi 4 miliardi di gas, in modo da evitare che Gazprom – la società controllata dal Cremlino che controlla la stragrande maggioranza delle riserve di gas in Russia, rimanesse ancora una volta in credito. Il secondo punto riguarda i termini commerciali dell’operazione: per le nuove forniture l’Ucraina pagherà 378 dollari per mille metri cubi sino a fine anno, e a 365 sino a fine marzo 2015.