Gasdotto Southstream: “Gazprom offre una quota alla tedesca Rwe”

Pubblicato il 12 luglio 2010 16:34 | Ultimo aggiornamento: 12 luglio 2010 16:56

Il colosso dell’energia Gazprom ha offerto alla tedesca Rwe una partecipazione nel progetto italo-russo per il gasdotto South Stream, diretto concorrente del progetto Nabucco. Secondo quanto scrive il quotidiano Handelsblatt, Gazprom punta così a ”mandare all’aria” il Nabucco, un progetto per portare il gas dal mar Caspio all’Europa, di cui fa parte anche la Rwe, che ha l’appoggio dell’Unione europea.

Per ora, però, sembra che la Rwe non abbia intenzione di valutare l’offerta russa. ”In questo momento il Nabucco soddisfa nel miglior modo possibile i criteri della Rwe”, ha commentato il gruppo in risposta alle indiscrezioni di stampa. Il gasdotto Nabucco dovrebbe entrare in funzione nel 2014, come previsto, anche se di recente il commissario europeo all’energia, Gunther Oettinger, non ha escluso un ritardo di quattro anni per il progetto. Da parte sua, la Gazprom ha confermato il mese scorso gli impegni nella realizzazione del South Stream, partecipato al 50% dall’Eni, che dovrebbe essere completato non oltre il 2015.

Sempre il mese scorso, la francese Edf ha annunciato che rileverà il 10% del South Stream dall’Eni, che scenderà così al 40% del consorzio nato nel 2006 per la realizzazione di un gasdotto che passerà da Turchia (per le acque territoriali del Mar Nero), Bulgaria, Serbia, Ungheria, Austria, Croazia, Slovenia e Grecia.