Il nucleare è rischioso? Girdinio: “Le nuove centrali sono quattro volte più sicure”

Pubblicato il 14 Marzo 2011 9:57 | Ultimo aggiornamento: 14 Marzo 2011 10:08

ROMA – Nel reattore nucleare Epr ”che si dovrebbe costruire in Italia ogni sicurezza è quadruplicata”: è questa l’opinione della preside della Facoltà di Ingegneria di Genova Paola Girdinio in un’intervista al Corriere della Sera, precisando che non si può dire ‘no’ al nucleare sulla scia di quanto sta accadendo in Giappone, dove si sono verificate ”condizioni al di la’ di ogni previsione”.

”Se pensiamo che aventi di quel genere siano la norma – aggiunge – allora non dovremmo neppure costruire dighe, o altre infrastrutture. Non esiste nulla a rischio zero”.

Per Vincenzo Balzani, docente di Chimica all’Università di Bologna, la questione della sicurezza delle centrali non è invece l’unico ”motivo principale per essere contro il nucleare”. Fra i ”problemi enormi da affrontare”, spiega lo scienziato al quotidiano di via Solferino, c’è quello della gestione delle scorie radioattive, ”un problema di sicurezza anche più grave e ancora senza soluzione”. Il nucleare, afferma, non è comunque una scelta che si fa ”divisi” a livello politico: ”Non può essere un tema su cui al primo cambio di maggioranza si torna indietro”.