Petrolio costa il 25% in meno. Chi ci guadagna di più? 1° Ucraina, ultima Italia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Ottobre 2014 7:00 | Ultimo aggiornamento: 21 Ottobre 2014 13:25
Petrolio costa il 25% in meno. Chi ci guadagna di più? 1° Ucraina, ultima Italia

Petrolio costa il 25% in meno. Chi ci guadagna di più? 1° Ucraina, ultima Italia

ROMA – Petrolio costa il 25% in meno. Chi ci guadagna di più? 1° Ucraina, ultima Italia. Il brusco deprezzamento del greggio è ovviamente una brutta notizia per le bilance commerciali dei paesi produttori: Russia, Iran, Venezuela, paesi arabi. Solo a giugno scorso il prezzo al barile arrivava a 115 dollari, oggi si attesta a poco meno di 83 euro. Ma chi sono i paesi che maggiormente beneficeranno della minor spesa per l’approvvigionamento energetico?

Chi importa di più sconterà condizioni migliori. Ma è una classifica che si aggiorna sempre. Il quotidiano economico Milano Finanza pubblica la classifica dei 25 paesi più beneficiati del sito Quartz che l’ha stilata considerando un indice ponderato fissato sugli 80 dollari al barile (il prezzo maggiormente atteso per il 2015). Ucraina e Polonia, dipendenti dalla Russia si piazzano prima e seconda, l’Italia all’ultimo.

L’indice 80 è una classifica ponderata su quattro fattori: le importazioni di petrolio in percentuale del consumo totale (conta per il 35% del punteggio finale); il disavanzo delle partite correnti in percentuale del PIL (un altro 35%); l’intensità energetica dell’economia (20%), ovvero quanta energia ci vuole per produrre 1 dollaro di prodotto, e infine (per il 10%) il ritorno geopolitico (10%), assegnato a Usa, Polonia, Ucraina, Cina, Russia, Germania. (Milano Finanza)

Ecco la classifica di Quartz.

1 Ucraina
2 Polonia
3 Turchia
4 Belgio
5 Giappone
6 Singapore
6 Corea del Sud
6 Sudafrica
6 Usa
9 Cile
11 Australia
12 Svezia
12 Indonesia
12 India
15 Hong Kong
16 Cina
16 Olanda
18 Francia
18 Spagna
20 Regno Unito
20 Germania
20 Filippine
20 Pakistan
24 Thailandia
25 Italia