Res4Med-Sonelgaz: accordo per studi su energie rinnovabili

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Giugno 2015 16:27 | Ultimo aggiornamento: 10 Giugno 2015 16:33
Res4Med-Sonelgaz: accorto per studi su energie rinnovabili

Francesco Venturini, ad di Enel Green Power

ALGERI – Renewable Energy Solutions for the Mediterranean (RES4MED) e la Société Algérienne de l’Electricité et du Gaz (Sonelgaz) hanno firmato un accordo di cooperazione della durata di tre anni per valorizzare le reciproche esperienze nell’ambito delle fonti rinnovabili, promuovere le migliori pratiche di settore ed evidenziare le priorità per rafforzare un contesto che promuova gli investimenti nel settore.

RES4MED è un network di leaders internazionali nel campo energetico, tra cui EnelGreenPower, Edison, Terna, Italgen, PwC, Assorinnovabili, GSE con la missione di facilitare l’utilizzo delle fonti rinnovabili e contribuire a creare un mercato elettrico integrato nell’area del Mediterraneo orientale e meridionale

L’accordo è stato firmato ad Algeri dal CEO di Sonelgaz, Noureddine Boutarfa e dal Presidente di RES4MED, l’Amministratore Delegato di Enel Green Power Francesco Venturini.

Con l’accordo RES4MED e Sonelgaz si impegnano a condividere il proprio know-how sulle fonti rinnovabili e sull’efficienza energetica, confrontandosi sulle innovazioni tecnologiche, lo sviluppo dei nuovi quadri regolatori, i meccanismi di finanziamento e l’implementazione di progetti dimostrativi, al fine di sviluppare modelli di business innovativi e radicati nel contesto algerino.

A valle dell’accordo, le parti hanno messo a punto un programma di lavoro che coinvolgerà i rappresentanti delle due società a tutti i livelli, e di cui sono attesi i primi risultati entro la fine dell’anno.

L’accordo siglato cade in una fase decisiva per lo sviluppo futuro delle energie rinnovabili in Algeria. Il governo algerino ha deciso di perseguire obiettivi molto ambiziosi per favorire la crescita del settore, con l’obiettivo di raggiungere, entro il 2030, il 27% di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Entro tale data è prevista l’installazione di 22 GW ripartiti principalmente tra impianti fotovoltaici, eolici, CSP e biomassa. Si tratta di un’opportunità per tutta la filiera italiana, in particolare per quelle aziende che rappresentano l’eccellenza italiana di settore.