Saras garantisce il gas a Sassari

Pubblicato il 16 Febbraio 2012 13:31 | Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio 2012 13:32

SASSARI – Un rifornimento straordinario con autobotti scattato questa mattina da parte della Saras portera' in giornata alla quasi normalita' l'erogazione del gas a Sassari.

Con l'arrivo dei rifornimenti dalla raffineria di Sarroch, tramite Arcola Petrolifera Spa (societa' del gruppo Saras) rientra, in parte, il piano di emergenza della Medea che da domani riattiva l'utenza del Palasport per consentire alla squadra femminile di pallamano, Citta' dei Candelieri, di allenarsi in vista della partita che si giochera' in casa, ''ma anche – ha dichiarato il direttore di Medea, Paolo Porcu – per evitare che la Societa' sportiva debba pagare una multa di 5.000 euro''. Si continuera' ad attuare il piano di distacco solo per quanto riguarda le piscine di Lu Fangazzu e il palasport Serradimigni.

Intanto dalla Butangas assicurano l'attracco della nave gasiera a Porto Torres per sabato. A questo proposito il direttore di Medea Porcu ha chiesto al Prefetto di Sassari l'autorizzazione per il trasporto su autobotti, nella giornata festiva, dallo scalo turritano al deposito di stoccaggio Medea di Caniga. ''Ovviamente – ha dichiarato Medea – il rientro dell'emergenza e' condizionato dall'arrivo per domani e sabato di almeno due autobotti al giorno dalla raffineria oltre quelle gia' consegnate oggi. Dunque il razionamento potrebbe considerarsi completamente rientrato gia' da lunedi' prossimo anche in considerazione del miglioramento delle condizioni climatiche scongiurando cosi' il temuto distacco per le scuole, banche e altri uffici pubblici, quali la questura''.