Berlusconi e Medvedev, foto “vietate” davanti all’Ultima Cena di Leonardo

Pubblicato il 26 luglio 2010 9:38 | Ultimo aggiornamento: 26 luglio 2010 11:02
medvedev berlusconi

Medvedev e Berlusconi

Il divieto di foto vale per tutti, ma non per Silvio Berlusconi e Dmitri Medvedev: il premier italiano e il leader russo si sono fatti immortalare davanti all’Ultima Cena di Leonardo da Vinci. I due erano in visita al Museo di Santa Maria delle Grazie a Milano e Medvedev ha espresso un desiderio: un ritratto davanti al celebre Cenacolo dipinto dall’artista toscano. Nonostante i ferrei divieti del museo proibiscano questa possibilità, i flash sono ugualmente scattati.

Il nulla osta è arrivato da Alberto Artioli, soprintendente per i Beni Architettonici di Milano che era presente alla visita, che ha “giustificato” la propria decisione, spiegando che, nonostante”Le luci delle macchine da presa o i troppi flash possono causare un’eccitazione termica e rovinare l’affresco”, in questo caso si trattava di “pochi scatti”. Proprio per la “fragilità” della tela, le autorizzazioni solo solitamente concesse per motivi di studio e di lavoro.

Ma la deroga di Artioli ha comunque suscitato polemica negli ambienti specializzati in conservazione dei beni culturali: secondo Costanza Pratesi, responsabile dell’Ufficio Studi del Fai (Fondo ambiente italiano), l’errore sarebbe nel cattivo esempio dato ai visitatori: “Siamo nel Paese con le normative più severe su questi argomenti e sarebbe stato di buon esempio evitare questi scatti”. Anche Davide Corritore, consigliere comunale del Pd, ha parlato di “gesto increscioso”, perché avrebbe dato l’idea “che i presidenti possano fare quello che vogliono”.