Cina: latte in polvere contaminato, alle neonate crescono i seni

Pubblicato il 9 agosto 2010 8:22 | Ultimo aggiornamento: 9 agosto 2010 10:30

Un nuovo scandalo di latte contaminato è scoppiato nella provincia centrale cinese dell’Hubei. A Wuhan, il capoluogo della provincia, diversi genitori hanno presentato, secondo quanto scrive il giornale Heatlh Times ripreso dal quotidiano China Daily, una denuncia alle autorità contro una azienda che fabbrica latte in polvere, dopo che le loro bambine, ancora in fasce, hanno presentato sconvolgimenti ormonali.

Le tre piccole, infatti, non parenti fra di loro, sono state portate a giugno in ospedale perché presentavano seni molto sviluppati, nonostante avessero dai quattro ai 15 mesi. I medici hanno rilevato nelle piccole un tasso di estradiolo, uno dei maggiori estrogeni femminili (gli ormoni sessuali della donna) e di prolattina, molto più alto di quello presente nelle donne adulte.

Tutte e tre le bambine sono state nutrite con lo stesso latte in polvere prodotto a Qingdao, nella Cina nord orientale. i primario di pediatria dell’Hubei Maternal and Child Health Hospital, che ha curato le piccole, ha ordinato ai genitori di interrompere l’utilizzo del latte.

La società che produce il latte, la Syrutra, in un comunicato, ha smentito che il suo latte sia arricchito di ormoni o contaminato da qualsiasi altra cosa. La società si difende accusando invece qualche altro anello della catena di produzione, chiedendo alle autorità di fare chiarezza. Due anni fa in Cina scoppiò uno scandalo legato alla commercializzazione di latte in polvere al quale era stata aggiunta la melamina. L’utilizzo di questo latte, porto’ alla morte di sei bambini (secondo le stime ufficiali) e ne fece ammalare 300.000. I responsabili di questo scandalo, furono condannati a morte.