Sarah Scazzi: ecco gli audio degli interrogatori di Michele, Sabrina, Cosima, Ivano, Mariangela

Pubblicato il 25 Ottobre 2010 1:20 | Ultimo aggiornamento: 25 Ottobre 2010 15:29

Sarah Scazzi

Queste sono le voci di alcuni dei protagonisti di una delle vicende che più ci hanno sconvolto negli ultimi anni, l’uccisione e forse, ma solo forse, lo stupro di una ragazzina di 15 anni, Sarah Scazzi.

Quale che sia il verdetto finale, alcune certezze ci sono: Sarah è stata uccisa, buttata in un pozzo peggio di un cane e lasciata a marcire la in fondo per due settimane.

Le indagini sono in corso e gli investigatori, carabinieri e magistrati della procura della Repubblica di Taranto, cercano di dipanare gli intrecci di ricordi e menzogne che segnano l’inchiesta.

Tanti sono i dubbi, anche relativamente alla confessione dell’auto accusato assassino, Michele Misseri, padre di Sabrina, che dall’inchiesta emerge come una dark lady in salsa pugliese. Uno spicchio d’Italia, Avetrana, quasi sconosciuto ai più, anche a moltissimi pugliesi, con un intrico di relazioni e sentimenti, in un paese con la peculiarità che molti cognomi girano intorno alla radice “spagnolo”, come se si fosse trattato, nei secoli scorsi, di un insediamento di spagnoli residuo delle passate dominazioni.

Mentre le indagini continuano, circolano in rete, poi ripresi da siti e telegiornali, i file audio con gli interrogatori dei protagonisti del delitto di Avetrana: la confessione di Michele Misseri, la difesa di sua figlia Sabrina, la versione dell’amica Mariangela.

Negli interrogatori resi davanti agli inquirenti si sentono la ricostruzione degli eventi e l’accumulazione dei sentimenti che sono sfociati nella giornata del 26 agosto, quando Sarah Scazzi venne uccisa, nel botta e risposta con il pubblico ministero.