Acqua, quanto costa: 347 euro a Pisa, 78 a Isernia. A Milano la metà che a Roma

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Maggio 2014 10:56 | Ultimo aggiornamento: 12 Maggio 2014 10:58

ROMA – Acqua, è sempre la stessa ma i costi cambiano a seconda di dove si vive: un consumo medio di 150 metri cubi  all’anno a Pisa costa 347 euro, a Siena e Grosseto 345, ad Isernia 78 euro, a Milano 80, a Roma e Napoli 166 e 164 euro, a Firenze 332, a Genova 281. I dati sono quelli dell‘indagine annuale sulle tariffe idriche 2013 di Federconsumatori anticipata da Gianni Trovati sul Sole 24 Ore. Se la Toscana è la regione più cara, l’altro dato che risulta dai rilevamenti è che negli ultimi due anni c’è stato un aumento medio dei costi dell’acqua dell’11,3%. Pisa, Siena e Grosseto detengono il record dell’acqua più cara, mentre, tra le grandi città, lo stesso servizio a Milano costa la metà rispetto a Napoli e Roma. La Lombardia in generale si conferma tra le regioni in cui si spende meno. A Como l’acqua costa 126 euro l’anno, a Varese 120, a Monza 116. Se questi dati non rallegrano, il peggio deve ancora arrivare, spiega Trovati: le tariffe idriche, che in Italia inizialmente erano molto basse, e lo stanno facendo in un sistema disordinato che alimenta polemiche e contenziosi. E il risultato è una “geografia delle tariffe” estremamente varia, come dimostra la tabella pubblicata dal Sole 24 Ore che qui riportiamo.

Acqua, quanto costa: 347 euro a Pisa, 78 a Isernia. A Milano la metà che a Roma

Ecco i costi medi dell’acqua città per città