foto notizie

“Adolf Hitler è morto in Brasile nel 1984”. In un libro foto che lo proverebbe

SAN PAOLO – Simoni Renee Guerreiro Dias, una studentessa post-universitaria e scrittrice brasiliana, ha da poco pubblicato un saggio in cui sostiene che Adolf Hitler morì in incognito nel 1984 in una piccola città al confine tra il Brasile e la Bolivia.

Ci sarebbe anche una prova: una foto, che mostrerebbe un anziano Hitler proprio in quella località. Guerreiro Dias scrive che Hitler si rifugiò in Argentina e poi in Paraguay prima di stabilirsi nello stato brasiliano del Mato Grosso.

Hitler, alias Adolf Leipzig, avrebbe vissuto nella piccola città di Nossa Senhora do Livramento, a 30 km dalla capitale dello stato Cuiaba. La gente lo chiamava ‘il vecchio tedesco’.

Nella foto incriminata il presunto Hitler è ritratto con una donna di colore di nome Cutinga. In base a questa teoria Hitler morì a 95 anni.

Il titolo del libro è “Hitler in Brasile – la sua vita e la sua morte” e contraddice la teoria accettata storicamente del suicidio di Hitler nel suo bunker di Berlino il 30 aprile 1945.

La studentessa vuole andare fino in fondo e per dimostrare la sua teoria chiederà persino il test del Dna tramite una parente di Hitler che vive in Israele, oltre a far riesumare i resti di Adolf Leipzig.

Hitler è morto in Brasile nel 1984, ecco la foto che lo dimostra

To Top