Afghanistan, Halima è accusata di adulterio: il padre la uccide davanti alla folla

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 settembre 2013 15:31 | Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2013 15:42

AB KAMARI (AFGHANISTAN) – Halima, lo scorso aprile è stata giustiziata in piazza dopo un processo sommario durato qualche minuto. La ragazza era accusata di adulterio: mentre il marito si trovava in Iran, la ragazza aveva trascorso del tempo con un altro uomo. Non c’è prova che i due avessero avuto rapporti sessuali, ma tanto è bastato perché la giovane donna venisse giustiziata in piazza ad Ab Kamari, nella provincia di Badghis, in Afghanistan.

Il processo sommario è stato portato a termine da un mullah. È anche per colpa sua e del suo comportamento immorale che nella regione non “piove da tempo”, aveva spiegato il religioso alla folla accorsa per assistere all’esecuzione della giovane.

Poi a sparare sul corpo della ragazza è stato il padre, come vuole la tradizione. “Dio è grande”, avevano gridato in molti. Il video agghiacciante, è stato diffuso solo ora dal quotidiano spagnolo “El Mundo” ed è sconsigliato ad un pubblico sensibile.

Hamina era stata via con l’altro uomo, solo qualche giorno: in breve tempo era stata rintracciata dalla famiglia e ricondotta a casa. Fu allora che “i leader della comunità decisero la sua esecuzione”, ha spiegato un religioso. Ma “fu la famiglia del marito a decidere che a ucciderla avrebbe dovuto essere il padre”.

Il religioso ha spiegato che è meglio “farsi giustizia da sé” dato che se fosse stata processata in modo “tradizionale, la giovane sarebbe entrata “in carcere da una porta per poi uscire dalla finestra”.

(Video da Corriere Tv)

Le immagini (dal video originale)