Alcoa, scontri tra lavoratori e polizia a Cagliari: 4 feriti, anche sindacalista

Pubblicato il 25 settembre 2012 12:56 | Ultimo aggiornamento: 25 settembre 2012 13:13

CAGLIARI – Nuovi scontri tra gli operai Alcoa e la polizia a Cagliari davanti all’ingresso dell’Assessorato regionale del Lavoro. Il bilancio è di 4 feriti, due sono lavoratori di Alcoa e gli altri due sono agenti. Tra i feriti anche Daniela Piras, segretaria provinciale della Uilm del Sulcis e la Uilm nazionale ha espresso la sua solidarietà.

La Piras avrebbe comunicato via sms, scrive l’Ansa, di essere stata presa a calci nella schiena durante la carica della polizia e di non poter muovere un braccio. Uno degli agenti ha invece riportato escoriazioni all’avambraccio.

Il segretario nazionale della Uilm, Mario Ghini, ha dichiarato solidarietà alla Piras ed ha invitato alla calma e alla moderazione per evitare ulteriori incidenti. Una nota del sindacato ha spiegato: “E’ stata colpita (la Piras, ndr) a terra durante una carica delle forze dell’ordine, schierate davanti all’Assessorato del Lavoro della Regione la segretaria Uilm del Sulcis. Alcune centinaia di operai dell’Alcoa e delle ditte che lavorano in appalto nello stabilimento di Portovesme stanno manifestando. La Uilm nazionale si è messa subito in contatto con la sindacalista che, nonostante i colpi riportati, sta partecipando al tavolo tecnico presso l’Assessorato del Lavoro”.

Il segretario Uilm Ghini ha invece denunciato: “E’ evidente che il tempo sta scadendo per trovare una soluzione decente alla vertenza Alcoa nella Regione sarda. L’esasperazione dei lavoratori in questo quadro di incertezza è molto alta ed il Governo dovrebbe battere un colpo per dirimere dubbi e mancate risposte. Faccia un annuncio se c’è o no la manifestazione d’interesse ufficiale da parte di una nuova azienda intenzionata a rilevare il sito di Portovesme. Questi sono i colpi che vorremmo ricevere e non quelli che feriscono l’incolumità di operai e sindacalisti che protestano. Conosciamo Daniela, mite e determinata nella sua opera sindacale ed in questo momento le stiamo vicini. Occorre evitare gesti disperati dei lavoratori: spesso i nostri sindacalisti operano per difendere i diritti violati ed anche per calmierare la tensione. Dispiace constatare che nei tafferugli si siano registrati feriti tra i lavoratori dell’Alcoa e tra quelli delle forze dell’ordine. Per questo invitiamo alla calma”.

Antonello Liori, assessore del Lavoro, ha dichiarato: “Sono amareggiato per gli incidenti avvenuti davanti all’Assessorato regionale del Lavoro. Sono fuori Cagliari per impegni istituzionali e non avevo in programma un incontro coi lavoratori, visto che proprio ieri ho incontrato i vertici sindacali regionali per parlare anche di Alcoa – poi ha aggiunto -. Il problema Alcoa è, ovviamente, ai primi posti tra le emergenze della Giunta regionale e sopratutto il presidente Cappellacci e l’assessore dell’Industria Zedda seguono costantemente la situazione”.

Liori ha poi detto: “Anche nei rapporti col Governo nazionale per quanto riguarda il mio Assessorato al momento è prematuro parlare di ammortizzatori sociali essendo in corso trattative di acquisto dell’azienda. E’ chiaro che se dovesse essere necessario intervenire per quanto di mia competenza, l’Assessorato e’ gia’ pronto ad affrontare i problemi dell’eventuale richiesta dei benefici di legge”.