Alemanno: ancora ronde notturne in moto anti-prostitute. E la B1 si ferma ancora

Pubblicato il 13 luglio 2012 12:25 | Ultimo aggiornamento: 13 luglio 2012 12:31
gianni alemanno

Il sindaco di Roma Gianni Alemanno durante il giro notturno anti-prostituzione pubblicate su Twitter da Luca Baccarelli

ROMA – Torna il Gianni Alemanno in versione “vendicatore della notte”: il sindaco di Roma è tornato a girare per la città in moto, casco nero, giacca a vento (pur con 30 gradi) in un tour anti-prostituzione. Proprio come faceva all’inizio del suo mandato. Mentre il sindaco fa le “ronde notturne” per smantellare il vastissimo mercato delle prostitute nella Capitale, i cittadini lamentano i disservizi, soprattutto quelli della appena nata linea B1 della Metro che ha già collezionato svariati guasti e contrattempi.

Il giro per la città in moto. Il giro di Gianni Alemanno nella notte tra il 12 e il 13 luglio è iniziato intorno alla mezzanotte di giovedì documentato da foto poi postate su Twitter. Insieme con la Polizia di Roma Capitale impegnata in un’operazione antiprostituzione per le strade della Capitale, il sindaco ha controllato i punti più “sensibili” della città, tra cui l’Eur dove negli ultimi anni c’è stato un boom di prostitute in strada, e ha improvvisato una conferenza stampa in piazza Venezia.

Metro B1, ancora disagi. Ma mentre Alemanno si occupa di prostitute, i cittadini romani sono sempre più esasperati dai disservizi della metro, soprattutto della B1. Proprio il 13 luglio un’altro guasto alla linea innaugurata un mese fa in fretta e furia proprio da Alemanno. Questa volta l’ira dei passeggeri ha mandato all’ospedale una macchinista dell’Atac: furiosi per un guasto a un convoglio, alcuni utenti l’hanno aggredita alla stazione Monti Tiburtini quando questa ha invitato tutti a scendere dal treno che, a causa di un malfunzionamento delle porte, doveva rientrare in deposito.