“Velina mora Alessia Reato è raccomandata da Berlusconi”: voce si sparge nel web

Pubblicato il 25 settembre 2012 11:58 | Ultimo aggiornamento: 25 settembre 2012 12:55

(Foto LaPresse)

ROMA – “La neo eletta velina Alessia Reato è raccomandata da Silvio Berlusconi”. Un pettegolezzo di presunta “raccomandazione” che non arriva dalle concorrenti sconfitte, ma dai “vicini di casa” della stessa Reato. Solo “voci di paese”, si potrebbe dire, che però trovano seguito tra quei telespettatori scontenti per l’elezione delle nuove veline di Striscia la Notizia. Alessia, 22 anni e originaria de L’Aquila, e Giulia Calcaterra, 21 anni, sono state scelte infatti da una giuria di esperti. L’essere figlia del proprietario della Kirby, Marco Reato, presunto amico di Berlusconi e la voce che il fratello Fabio avrebbe militato tra le schiere del rossonero Milan non aiuta certo la mora velina a placare le polemiche nate nel web.

Il padre di Alessia, riporta il sito TvBlog citando il Corriere della Sera, avrebbe offerto ai tempi del terremoto a L’Aquila la sua villa con piscina all’ex premier per assistere alla ricostruzione in Abruzzo. Reato è poi il proprietario della Kirby, azienda produttrice di aspirapolvere finita nel mirino di Striscia per presunte irregolarità.

Dell’ospitalità di Reato scriveva il Corriere della Sera nel 2009:

“Nelle prossime ore, oltretutto, il presidente del Consiglio andrà proprio a L’ Aquila, dove qualcuno si è già mosso per trovargli una casa che lo ospiti nei mesi che verranno e che saranno decisivi per la ricostruzione: era stato il presidente, in effetti, a dire tempo fa che avrebbe cercato una base strategica in Abruzzo per seguire più da vicino i lavori. Così, Marco Reato, imprenditore della Kirby (aspirapolveri) anche lui in vacanza in Costa Smeralda, nei giorni scorsi avrebbe offerto direttamente al premier la sua villa con piscina non lontano da Coppito, la caserma della Finanza dove si è appena svolto il G8”.

A complicare la posizione mediatica della mora Alessia ci sarebbe anche quella militanza del fratello, Fabio Reato, nelle giovanili del Milan fino al 2011, anno in cui si è trasferito al Pavia. Insomma per le veline si prospettano tempi duri e l’accoglienza sull’ambito bancone di Striscia non è stata certo delle migliori per la mora Alessia e la bionda Giulia, “accusate” tra l’altro dalle voci nel web di essere le “più brutte” tra le finaliste del programma Veline.