Genova blindata, traffico vietato: treni e voli vietati. Sfollati ad Alessandria

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 ottobre 2014 12:54 | Ultimo aggiornamento: 13 ottobre 2014 15:17

ALESSANDRIA – Genova blindata e isolata: treni e voli vietati. Sfollati e frane in provincia di Alessandria: l’acqua ora minaccia anche il Piemonte.

Allerta meteo non solo su Genova, devastata dall’alluvione di giovedì notte che ha causato danni per 300 milioni e un morto, ma anche sulla provincia di Alessandria.

La pioggia che cade sulle zone al confine con la Liguria ha fatto salire l’allerta da ordinaria a moderata (livello 2) nelle valli Scrivia e Belbo. E il meteo non migliora: sul basso Piemonte, entroterra ligure, e nelle province di Mantova, Verona e Brescia ci sono temporali molto forti, con il rischio di bombe d’acqua. 

Le previsioni parlano di maltempo in arrivo anche su Umbria, Lazio, Veneto e Friuli Venezia Giulia, ma in questi casi non ci saranno temporali forti come al nord.

A causa del maltempo è stata sospesa la circolazione ferroviaria sulla linea Genova-Milano e sulla Genova-Alessandria-Torino per l’allagamento della sede ferroviaria nei pressi di Arquata, dove è esondato il Rio Rianello.

Aeroporto di Genova in tilt. Almeno 4 voli dirottati dallo scalo, provenienti da Monaco, Napoli, Roma e Catania. Il primo è rientrato in Germania, gli altri tre sono atterrati all’aeroporto di Malpensa.

E’ Gavi, sulla destra del torrente Lemme alla confluenza con il rio Neirone, il paese più colpito dall’ondata di maltempo. Ci sono una ventina di persone sfollate dalle frazioni vicine, che sono ora ospitate nella palestra della scuola elementare. Via Bertelli, che collega Gavi a Serravalle, è invasa dall’acqua. Località Valle è isolata e in località Fabbrica e in zona Vallemme, verso San Cristoforo, è segnalata la presenza in strada di un metro d’acqua.

Problemi anche nella zona intorno a Tortona. A Brignano Frascata è esondato il rio San Rocco. A Costa Vescovato il torrente Ossona e ci sono case isolate. A Casasco, invece, è esondato il rio Polverola e a Lerna – dove c’è stata anche una violenta grandinata – il Piota. A Castelletto d’Orba sono esondati i rii Albedosa e Albara, con allagamenti di strade e scantinati. Lo Stura è esondato a Ovada.

Ci sono famiglie evacuate dalle loro abitazioni anche ad Arquata. Il maltempo che si sta abbattendo sul basso Piemonte comporta un elevato rischio frane nella zona dai Villini. Per questo motivo le forze dell’ordine stanno allontanando dalle case numerose famiglie, che verranno ospitate nella palestra delle scuole medie. Forti disagi anche a Novi Ligure.

(Foto da Twitter)

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other