Amal Alamuddin, moglie George Clooney in aula per difendere gli armeni FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Gennaio 2015 17:44 | Ultimo aggiornamento: 30 Gennaio 2015 17:44

STRASBURGO – Amal Alamuddin,m oltre ad essere la moglie della star di Hollywood George Clooney, è un rampante avvocato di successo. Di loro due si vocifera di una crisi, che sarebbe stata provocata da gelosie e figli che non arrivano. Gossip a parte, la Alamuddin è stata fotografata mentre è impegnata nel suo lavoro ed esattamente alla Corte europea dei diritti dell’uomo a Strasburgo come rappresentante dell’Armenia nel processo di Appello sul caso Perincek. Come racconta Repubblica

“Si tratta di una vicenda che risale al 2008: in una visita in Svizzera, il politico Dogu Perincek, rappresentante del Partito dei lavoratori turchi, aveva negato il genocidio del 1915 nel quale un milione e mezzo di armeni perse la vita. Nonostante Perincek sia stato multato per queste affermazioni da un tribunale svizzero, ha fatto appello alla Corte europea, la stessa che aveva stabilito nel dicembre 2013 che la Svizzera aveva violato il suo diritto alla libera espressione”.

Lo scorso 28 gennaio, a Stasburgo è ripartito  processo di appello (foto LaPresse):