Amore, aspetto fisico conta: scegliamo il partner più attraente FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Marzo 2015 16:55 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2015 16:58

ROMA – Anche l’occhio vuole la sua parte, soprattutto in amore. Non un semplice modo di dire, ma ora anche una verità scientifica. Quando scegliamo il partner, spiega un recente studio di eDarling, il primo aspetto che conta è proprio quello fisico. La forma del viso, degli occhi e il colore della pelle giocano un ruolo fondamentale. L’aspetto dunque conta, tanto che profilo femminile con foto su un sito di incontri viene visitato in media 12 volte di più di uno senza foto, uno maschile ben 33 volte in più .

Il sito di eDarling parla di “attrattività fisica” e spiega che sono molteplici i fattori e i tratti estetici che possono suscitare desiderabilità. Insomma una versione moderna e scientifica di “non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace”. Marco Costa, docente della Facoltà di Psicologia dell’Università di Bologna:

“L’idea di bellezza è soggettiva, determinata culturalmente, variabile storicamente e geograficamente, quindi impermeabile a qualsiasi analisi sperimentale”.

Il 59% degli intervistati da eDarling ha dichiarato che prende poco in considerazione un profilo senza foto, questo perché vedendo il volto e le espressioni facciali di una persona si riesce in qualche modo anche a farsi un’idea della sua personalità. Insomma, sottolinea la psicologa Wiebke Neberich, l’aspetto fisico è importante:

“Il motivo per cui sottovalutiamo l’importanza dell’attrattività si ritrova nel concetto di ‘desiderabilità sociale’, ovvero la tendenza ad acquisire una visione socialmente accettabile dell’aspetto fisico, comportamento che ci viene insegnato sin dall’infanzia.

I dati dello studio di eDarling mostrano infatti che i canoni estetici giocano un ruolo importante nella scelta del partner. Sui siti di dating online questi fattori diventano un mezzo efficace per la selezione preliminare di una persona nel vasto bacino di potenziali partner, gli altri fattori non relativi alla desiderabilità fisica entrano in gioco in una seconda fase della conoscenza”.

Martin Gründl, psicologo dell’Università tedesca di Regensburg, da diversi anni conduce studi che considerano gli standard inconsci di attrattività e il senso generale della bellezza. La ricerca è basata su un campione misto di 500 soggetti e ha scoperto che il 50% della nostra percezione dell’attrattività è condizionata da caratteristiche misurabili oggettivamente e condivise unanimemente, il restante 50% invece è determinato dai nostri gusti personali:

“La mia ricerca ha dimostrato che agli intervistati risulta molto facile valutare l’attrattività di un volto o di un corpo, tuttavia non riescono a spiegare e definire ciò che trovano particolarmente attraente. Per esempio i volti delle donne sono ritenuti belli se sono giovani e sani. Altre caratteristiche interessanti sono: una pelle perfetta, occhi grandi, labbra carnose e un naso sottile. Anche nei volti maschili troviamo dei fattori analoghi oltre ad una capigliatura folta e una mascella prominente”.

(Fonte: eDarling)