Andrea Loris Stival, Giallo: “Veronica Panarello non lo portò a scuola. Ecco le prove…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 febbraio 2015 14:22 | Ultimo aggiornamento: 20 febbraio 2015 14:54

ROMA – “Veronica Panarello – scrive Giallo – non ha portato Andrea Loris Stival a scuola”. Veronica Panarello, la donna accusata per l’omicidio del figlio, Andrea Loris Stival, secondo Giallo “se avesse davvero accompagnato il figlio a scuola sarebbe dovuta andare dritto, invece le telecamere la riprendono mentre gira a sinistra per portare l’altro bimbo in ludoteca. È la prova che la incastra”.

Poi Giallo pubblica due foto che, secondo la rivista, smonterebbero l’alibi di Veronica Panarello. Nella prima foto, scrive Giallo, “la telecamere numero 6 inquadra Veronica mentre gira a sinistra da via Roma a via Conte Rosso/Amadeo. Questo fotogramma smonta l’alibi della donna, che dice di aver accompagnato Loris a scuola: se fosse vero, avrebbe dovuto proseguire dritto e invece, come si vede, svolta a sinistra”.

Nella seconda foto, scrive Giallo, “la telecamera numero 8 di via Caucana 9 riprende l’auto di Veronica dopo la svolta. È la prova che all’incrocio semaforico non è andata dritta ma ha girato a sinistra in direzione della ludoteca”. Secondo Giallo, dunque, non ci sono più dubbi: “il 29 novembre 2014, giorno in cui Loris è stato ucciso, Veronica Panarello non è andata ad accompagnare il figlio a scuola”.