Catricalà, Calabrò, Pinto, De Lise: ecco “casta dei Quiriti” che blocca economia

Pubblicato il 12 Novembre 2012 14:52 | Ultimo aggiornamento: 12 Novembre 2012 14:53

ROMA – Chi sono i volti del potere dello Stato? Roberto Mania e Marco Panara fanno l’elenco dalle pagine dell’inserto di Repubblica, Affari & Finanza. Un totale di 18 potenti uomini che occupano altrettante prestigiose poltrone tra Palazzo Chigi, magistratura, authority e ministeri, tra cui il ministero dell’Economia. Repubblica fa i nomi della “Casta dei Quiriti”, coloro che “bloccano l’economia italiana“.

Ecco la lista dei nomi divisa per i diversi “palazzi del potere”.

PALAZZO CHIGI E MINISTERI

  1. Antonio Catricalà, sottosegretario a Palazzo Chigi;
  2. Filippo Patroni Griffi, , ministro della Funzione Pubblica;
  3. Federico Toniato, vice segretario generale di Palazzo Chigi;
  4. Mario Torsello, capo di Gabinetto del Mise;
  5. Luigi Fiorentino, capo di Gabinetto del Miur;
  6. Francesco Tomasone, capo di Gabinetto del Lavoro.

MAGISTRATURA E AUTHORITY

  1. Giancarlo Coraggio, presidente del Consiglio di Stato;
  2. Lamberto Cardia, presidente delle Ferrovie dello Stato;
  3. Corrado Calabrò, presidente dell’ex Agcom;
  4. Pasquale De Lise, ex presidente del Tar del Lazio;
  5. Paolo Troiano, commissario Consob;
  6. Luigi Carbone, commissario dell’Autorità Energia.

 MINISTERO DELL’ECONOMIA

  1. Vincenzo Fortunato, capo di Gabinetto;
  2. Marco Pinto, consigliere Rai;
  3. Giuseppe Chinè, capo Ufficio Legislativo;
  4. Mario Canzio, Ragioniere generale;
  5. Giuseppe Lucibello, presidente dell’Inail;
  6. Vincenzo La Via, direttore generale del Tesoro.