Antonio Conte nuovo ct dell’Italia: le foto della firma

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Agosto 2014 11:52 | Ultimo aggiornamento: 19 Agosto 2014 13:08
Antonio Conte

Antonio Conte e Tavecchio (foto Twitter)

ROMA -Giorno della presentazione ufficiale di Antonio Conte come nuovo Ct della Nazionale italiana. L’ex allenatore della Juventus è arrivato ieri sera a Roma e ha incontrato il nuovo presidente federale, Carlo Tavecchio. Conte commenterà la sua nomina a selezionatore azzurro e risponderà alle domande dei giornalisti in occasione della conferenza stampa in programma all’hotel Parco dei Principi di Roma.

“Sono sulla panchina sulla quale vorrebbero stare tutti gli allenatori: per me è un orgoglio che Carlo Tavecchio abbia pensato a me”. Sono le prime parole di Antonio Conte da commissario tecnico della nazionale. L’ex tecnico della Juve ha firmato il contratto che lo legherà agli azzurri per i prossimi due anni. “Non pensavo di rientrare in pista dopo soli 35 giorni – ha poi detto Conte – pensavo di aggiornarmi in giro dell’Europa. Aspettavo un top club, durante la stagione o a fine anno; poi è arrivato un top top club e a me piacciono le sfide. Mi affascinano. Per me la vittoria e’ sempre stata una dolce condanna la sconfitta una ‘morte’ temporanea: cercherò di portare questa mentalità anche in nazionale. Chi conosce Antonio Conte – sottolinea il nuovo ct azzurro sulle polemiche per il peso dello sponsor all’interno del suo contratto – sa che niente e nessuno potrà mai decidere al posto mio”.

Il neo ct ha dribblato una domanda su Balotelli. “In questo momento non parlo dei singoli – ha spiegato – e tutti i calciatori italiani sono convocabili, ma la convocazione va meritata. Io valuto il giocatore, ma anche gli uomini. Guardo a quel che succede in campo e anche fuori. Ho sempre fatto così: tra un buon giocatore ottimo uomo e un ottimo giocatore buon uomo, scelgo sempre il primo”.

“Per ingaggiare Conte – ha spiegato Tavecchio – abbiamo usufruito del supporto dello sponsor, con un contratto innovativo. Ma la nazionale è affidata a Conte chiavi in mano: non ha bisogno di consigli. Puma – ha proseguito – è partner privilegiato, ma non ci sono situazioni compromesso. Antonio Conte – ha proseguito – e’ uno dei tecnici più importanti d’Europa: non si poteva non scegliere l’eccellenza per il maggior assett del calcio italiano. E’ un condottiero, capace di far venire i brividi quando si alza la bandiera tricolore, e di rappresentare un Paese che vuole sentirsi unito”, ha aggiunto.

Foto Lapresse: