Arabia Saudita, materassi a terra nell’hotel di lusso: la prigione dei principi arrestati FOTO

di redazione Biltz
Pubblicato il 7 novembre 2017 15:22 | Ultimo aggiornamento: 7 novembre 2017 15:28

RIAD – Undici principi e un totale di 38 tra ex ministri, ex vice ministri e uomini d’affari sono stati arrestati in Arabia Saudita nell’ambito dell’operazione anticorruzione voluta dall’erede al trono Mohammed Salman. I detenuti, in queste ore, sono in stato di fermo in alberghi a cinque stelle di Riad. Lo ha reso noto un funzionario del governo saudita vicino ai servizi di sicurezza. Tra i principi arrestati c’è anche il fratello di Osama, Bakr Bin Laden. Secondo fonti dei media, alcuni dei detenuti si trovano all’hotel Ritz-Carlton della capitale.

Il Ritz Carlton è l’albergo più lussuoso della città. Qui, in quella che fu la sala conferenze, nelle immagini pubblicate dal New York Times e riprese dal Daily Mail, si vedono i prigionieri o forse le loro guardie che dormono a terra su materassi sotto quegli stessi lampadari di cristallo che qualche settimana fa hanno ospitato Donald Trump.

Come scrive Repubblica, tra i prigionieri nell’hotel

“Ci sono alcuni dei più importanti membri dell’establishment saudita: dal miliardario Waleed Bin Talal, al potente capo della Guardia nazionale Mutaib bin Abdallah, al fratello di Osama, Bakr Bin Laden, uno dei più importanti uomini d’affari del Paese (…)”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other