Ben McMahon esce dal coma e parla mandarino: ora è una star tv in Cina FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 settembre 2014 9:54 | Ultimo aggiornamento: 11 settembre 2014 9:55

PECHINO – Da ragazzo in coma a star della tv cinese. Questa la storia di Ben McMahon, un ragazzo australiano che uscito dal coma ha iniziato a parlare mandarino, pur avendolo studiato solo per poco tempo e diversi anni prima a scuola.

Il Messaggero scrive:

“Tutto è cominciato all’inizio del 2012, quando Ben si trovava sul sedile del passeggero di un’auto schiantatasi contro un camion. Il ragazzo entrò in coma e si risvegliò solo dopo due settimane: quando riaprì gli occhi, iniziò a parlare in mandarino ai genitori e ad un’infermiera di origine asiatica, l’unica in grado di comprenderlo”.

Il giovane non si spiega questa sua nuova capacità:

“«Non so come sia potuto accadere, neanche i medici riescono a spiegarselo. Inconsciamente, credevo di parlare inglese, ma i miei genitori non mi capivano. Ed una simile padronanza della lingua non l’avevo nemmeno quando studiavo il mandarino a scuola»”.

Beh ha così deciso di seguire un corso avanzato di mandarino e ha partecipato ad un concorso internazionale, dove è stato notato e scelto per condurre un programma sulla mediazione culturale tra Cina e Australia, chiamato “Au-my-ga”, con due presentatori madrelingua cinesi:

“Da quel giorno Ben è diventato popolarissimo in entrambi i paesi, anche se, come ammette lui stesso, non è stato facile riprendersi da quell’incidente: «Ho avuto questo dono incredibile della competenza linguistica, ma il mio corpo ne è uscito provato e da allora mi stanco molto più facilmente ed ho bisogno di più ore di sonno per riposarmi»”.

(Foto da Facebook)