Beppe Grillo: “Letta, facce Tarzan”. E demolisce il dl lavoro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Giugno 2013 17:06 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2013 18:58

ROMA – Beppe Grillo attacca Enrico Letta e il decreto legge lavoro presentato mercoledì 26 giugno. In un post dal titolo “Letta, fàcce Tarzan”, il “portavoce” del Movimento 5 Stelle attacca su tutti i punti il decreto e i requisiti per essere tra gli assunti che permettono all’azienda di beneficiare degli sgravi fiscali. Il tutto colorendo di epiteti assai poco benevoli il presidente del Consiglio, accusato di essere un pinocchio con “il naso affilato in crescita telegiornale dopo telegiornale”.

Poche ore dopo la replica di Letta, via Twitter: “Si sappia che son bugiarde le informazioni su dl lavoro per i giovani che Grillo mette sul suo blog per chiamarmi Pinocchio… Chi è Pinocchio?”.

Ecco che cosa scrive Grillo:

Le movenze di Capitan Findus Letta, un po’ legnose, e il naso affilato in crescita telegiornale dopo telegiornale, ne rivelano la vera essenza collodiana, pinocchiesca. Il suo eloquio è meno effervescente di quello dello psiconano, ma la sostanza è sempre quella della balla in prima serata. Dal milione di posti di lavoro di una volta ai 200.000 giovani occupati. Racconta il Nipote di suo Zio, sparandole più grosse del barone di Münchhausen: “È un intervento significativo, coperto in parte con fondi nazionali e in parte con fondi europei. Servirà ad assumere in 18 mesi 200 mila giovani con un’intensità maggiore nel centro Sud. Ma è un provvedimento che riguarda tutto il Paese. Vogliamo dare un colpo duro alla piaga della disoccupazione giovanile.”.

Un ragazzo per dire addio alla piaga della disoccupazione e dare questo “colpo duro” deve:

– essere privo di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi

– essere privo di un diploma di scuola media superiore o professionale

– vivere da solo con una o più persone a carico.

Quindi per accedere devi essere un disoccupato cronico (se sei a casa da cinque mesi non vale), essere un semianalfabeta (se hai studiato sono cazzi tuoi), non vivere con i genitori ma da solo (infatti un giovane senza reddito esce sempre di casa) e avere a carico la vecchia nonna o moglie e figli. Chi, in nome di Dio, possiede questi requisiti in Italia?

Nel caso il disoccupato cronico, semianalfabeta, con famiglia a carico acceda “all’intervento significativo” di Letta, questo, come si legge nel decreto, verrà corrisposto all’azienda “per un periodo di 12 mesi ed entro i limiti di 650 euro mensili per lavoratore nel caso di trasformazione a tempo indeterminato”. Letta, adesso facce anche Tarzan…

Beppe Grillo: "Letta, facce Tarzan". E demolisce il dl lavoro

Il post sul sito Beppe Grillo