Bimba con due padri gay scrive ad Obama. Lui: “Siamo tutti uguali”

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 6 Novembre 2012 12:37 | Ultimo aggiornamento: 6 Novembre 2012 12:39

ROMA – Una bambina americana di soli 10 anni e figlia di due papà gay ha scritto una lettera al presidente Obama, per ringraziarlo per il sostegno ufficiale al matrimonio tra persone dello stesso sesso. Ora il presidente Obama ha deciso di rispondere alla piccola.

Sophia Bailey-Klugh, questo il nome della bambina, aveva scritto a Obama anche perché a scuola è oggetto di bullismo nei suoi confronti. La piccola aveva chiesto al presidente cosa farebbe lui al suo posto.

Ecco il testo della lettera: “Caro Barack Obama, è Sophia Bailey-Klugh. La tua amica che ti ha invitato a cena. Se non ti ricordi va bene. Volevo solo dirti che io sono felice che tu sia d’accordo che due uomini possono amarsi, perché ho due papà e si amano. Ma i ragazzi delle scuole pensano che sia brutto e strano, e fa davvero male al mio cuore e ai sentimenti. Così vengo a te perché tu sei il mio eroe. Se tu fossi me e hai due papà che si amano, e i ragazzi a scuola ti prendono in giro, cosa faresti? Ti prego rispondi! Voglio anche dirti che ispiri veramente e mi auguro che tu possa diventare presidente. Potresti rendere il mondo un posto migliore”.

La risposta di Obama non si è fatta attendere e qualche giorno dopo è arrivata. Il presidente degli Stati Uniti ha scritto:  “Tu e io abbiamo la fortuna di vivere in un paese dove siamo nati tutti uguali, non importa dove si cresce, o come sono i nostri genitori. Una buona regola è quella di trattare gli altri come si spera che loro ci trattino. Ricorda ai tuoi amici di scuola che fanno male ai tuoi sentimenti questa regola”.

Jonathan Bailey, uno dei due padri di Sophia, ha raccontato al Gawker che lui e il suo compagno Triton Klugh, mentre leggevano la lettera alla figlia sono scoppiati in lacrime.