Bimbo si taglia il piede con una lattina nella casa discarica e muore FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Ottobre 2014 11:27 | Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2014 11:27

MELBOURNE – Un bimbo di cinque anni che muore dopo essersi tagliato il piede con una lattina di cibo per gatti nella propria casa, trasformata in una discarica. E’ successo nel 2012 a Melbourne, in Australia. Ma solo adesso, il 28 ottobre, i genitori del bimbo sono stati condannati per aver fatto vivere in quelle condizioni i propri figli.

La madre del piccolo, di 41 anni, era stata arrestata un anno fa insieme al compagno, dopo che il corpicino del figlio era stato trovato morto chiuso a chiave nella sua stanza, tra scarti di cibo e immondizia varia. Il bambino pesava solo 8 chili.

Il piccolo non era nemmeno mai stato registrato all’anagrafe. Secondo il procuratore Susan Borg la morte del piccolo potrebbe essere stata anche favorita dalle esalazioni tossiche che venivano prodotte dalla spazzatura.

Tutto questo non certo perché i genitori fossero senza soldi: il padre, 43 anni, guadagnava 160mila dollari l’anno. Ogni mattina usciva per andare al lavoro come una persona qualunque, e poi tornava nella sua casa diventata una discarica.

In tribunale, dove è accusato di aver messo a rischio la vita di suo figlio, l’uomo ha negato ogni responsabilità, dicendo di non sentirsi in colpa per la morte del piccolo. L’uomo rischia 5 anni di carcere.