Brasile, black bloc al corteo dei docenti: notte di guerriglia a Rio (foto e video)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Ottobre 2013 13:07 | Ultimo aggiornamento: 8 Ottobre 2013 14:39

RIO DE JANEIRO (BRASILE) – Si è trasformata in vera e propria guerriglia urbana la manifestazione organizzata dagli insegnanti a Rio de Janeiro in Brasile per chiedere un aumento degli stipendi. Decine di black bloc (definiti secondo altri semplicemente come “gruppi di anarchici”) si sono infiltrati nel corteo e hanno distrutto il portone del Comune lanciando bombe contro la facciata, incendiato un autobus, infranto le vetrine di diverse banche e usato i mobili delle filiali come barricate da incendiare. La polizia ha risposto con il lancio di lacrimogeni.

Scontri ci sono stati anche a San Paolo, dove gli insegnanti avevano organizzato un’altra manifestazione. A riempire le strade di Rio prima che esplodesse la violenza, secondo Bbc, 50mila persone, anche se per i dati ufficiali della polizia i manifestanti erano 10mila.

La guerriglia è esplosa con l’arrivo della notte, quando il gruppo di black bloc, si è staccato dal corteo, fino a quel momento pacifico. Indossando maschere di batman, passamontagna con l’immagine di un teschio e caschi, hanno iniziato a distruggere le vetrine di almeno otto filiali di banche, cercando di sradicare i bancomat e utilizzando scrivanie e sedie per costruire barricate e incendiarle. Il risultato sono stati veri e propri muri di fiamme che tagliavano in due le strade della città. Non molto diversa la situazione a San Paolo, dove un gruppo di incappucciati ha distrutto diverse filiali di banche. Solo poche ore prima, in entrambe le città, gli insegnanti scandivano pacificamente i loro slogan, chiedendo l’aumento dei salari contro il blocco degli scatti e la crescita del monte ore. Si tratta di un duro colpo per la tenuta della sicurezza in Brasile, paese che ospiterà i Mondiali del 2014 e i Giochi Olimpici del 2016.

(Foto Ap/LaPresse)