Dal Brasile l’hamburger così buono che si mangia con la carta

Pubblicato il 21 Dicembre 2012 14:28 | Ultimo aggiornamento: 21 Dicembre 2012 14:34

ROMA – Un hamburger così buono da mangiarlo in un sol boccone, carta compresa. La trovata, ecologica ed economica è di Bob’s, la più antica catena di fast food del Brasile che per reclamizzare la bontà dei suoi hamburger li ha avvolti in una carta commestibile ricavata dal riso.

Fa bene all’ambiente perché elimina il problema rifiuti alla radice e l’idea, nella sua semplicità, garantisce pubblicità a poco prezzo. Tanto che ha funzionato. La campagna sta avendo un grande successo. Nel periodo di lancio del nuovo packaging mai una confezione è stata lasciata sui tavoli dei fast food di tutto il paese.

Ai clienti sono stati serviti i gustosi hamburger di sempre avvolti in un sottile film di carta di riso con su stampato il logo del marchio e la scritta: “Puoi mangiarmi”.

Il packaging è da sempre croce e delizia dei fast food. Studi dimostrano che è soprattutto l’involucro la prima fonte di inquinamento tanto che già negli anni ’90 McDonald’s et similia scelsero di abbandonare progressivamente le tipiche confezioni in polistirolo espanso. Troppo inquinanti.

Sono molte le catene che hanno in cantiere l’idea di adottare imballaggi fatti con biopolimeri per abbandonare definitivamente le materie plastiche. E poi la carta per panini fa gola anche a tutta una branca del marketing e del design, in quanto superficie utilissima per veicolare messaggi pubblicitari o informazioni utili.