Brescia: vermi nel cibo degli agenti di Polizia Penitenziaria FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Novembre 2020 9:04 | Ultimo aggiornamento: 18 Novembre 2020 9:04
Brescia: vermi nel cibo degli agenti di Polizia Penitenziaria in carcere FOTO

Brescia: vermi nel cibo degli agenti di Polizia Penitenziaria (Foto Ansa)

Verbi nel cibo per gli agenti della Polizia Penitenziaria di Brescia: la foto è stata condivisa dal sindacato e rilanciata da Salvini.

Vermi nel cibo e alimenti avariati: la denuncia della Polizia penitenziaria del carcere Canton Mombello di Brescia. Gli agenti denunciano una scarsa condizione igienica nei locali cucina e nella conservazione degli alimenti mezzo a mensa.

Vermi nel cibo degli agenti penitenziari a Brescia

“Praticamente siamo dinanzi ad un degrado da un punto di vista igienico sanitario che sicuramente merita tutta l’attenzione sia da parte dell’Autorità Dirigente della Casa Circondariale di Brescia ma anche un’ispezione da parte del Comando dei Carabinieri dei NAS di Brescia al fine di appurare le effettive condizioni igienico sanitario e quindi per preservare la salute di tutti i commensali”. Lo spiega il sindacato degli agenti di Polizia penitenziaria.

“Non è la prima volta che la mensa agenti del Carcere di Brescia è oggetto di contestazioni da parte della Fp CGIL e nonostante tutti gli sforzi profusi dalla Direzione oggi ci troviamo a fare i conti con pietanze dove all’interno ci sono vermi” è la denuncia sporta ai carabinieri del Nas.

Salvini rilancia la protesta

“Sporcizia e addirittura cibo scarso e avariato. Scandalose immagini dalla Casa Circondariale di Brescia, dove le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria sono costretti a lavorare in condizioni disumane. Da Nord a Sud, troppi istituti di pena sono in condizioni indecenti. Oltre a preoccuparsi di mandare a casa i carcerati, il Guardasigilli troverà il tempo per aiutare gli agenti?”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini (che rilancia sui social le foto) dopo la denuncia ai Nas degli agenti della Penitenziaria di Brescia.

Il ministero della Giustizia: “Vicenda disdicevole”

“Si tratta di una vicenda disdicevole che il Dap sta seguendo con massima attenzione”. Così fonti interne al Ministero della Giustizia hanno commentato all’Ansa la vicenda del cibo con i vermi nella mensa della Polizia penitenziaria nel carcere di Brescia. A fornire i pasti è una azienda esterna sulla quale ora valuterà il Provveditorato della Lombardia che ha ricevuto dalla direzione del carcere Canton Mombello tutta documentazione sanitaria. Informata anche Ats di Brescia alla quale potrebbe essere chiesta una ispezione interna al carcere cittadino. (Fonte Ansa)