Brian McClellen, modello, fa “surf” in skate sulla metro di New York e muore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 novembre 2014 15:02 | Ultimo aggiornamento: 12 novembre 2014 15:02

NEW YORK – Morire dopo aver fatto “surf” sulla metropolitana di New York. Brian McClellen, modello di 21 anni dell’Ohio (Usa), è finito in ospedale con l’85% del corpo ustionato. E’ rimasto ricoverato nel reparto grandi ustionati per 24 ore, ma non ce l’ha fatta.

Domenica mattina, 9 novembre, McClellen, stuntman e skateboarder, stava “surfando” con il proprio skate sul tetto del treno della metropolitana di New York, al Greenwich. 

Forse è entrato in contatto con un braccio meccanico che raccoglie i fili dell’alta tensione e si è bruciato. Gli addetti della metropolitana hanno provato a spegnere le fiamme con l’estintore, ma era troppo tardi.

McClellen è stato ricoverato d’urgenza e sottoposto a molti interventi, ma il suo corpo era già carbonizzato.

(Foto da Facebook)