“Bruno Pellizzari è libero”: era stato rapito dai pirati somali nel 2010

Pubblicato il 21 Giugno 2012 12:55 | Ultimo aggiornamento: 21 Giugno 2012 18:17

ROMA – E’ libero Bruno Pellizzari, l’italiano rapito da pirati somali a ottobre del 2010 mentre si trovava con la compagna sudafricana a bordo dell’imbarcazione “Sy Choizil” al largo della costa della Tanzania. Lo rende noto la Farnesina.

Il ministro degli Esteri Giulio Terzi ha dato la notizia della liberazione ai familiari: “Desidero ringraziare tutte le Istituzioni che grazie al loro lavoro tenace hanno consentito di giungere al risultato di oggi, al quale hanno fornito un contributo determinante anche le autorità somale del Governo Federale Transitorio”.

Il governo italiano mantiene “mantiene un’attenzione un impegno costante” sui casi di Rossella Urru e Giovanni Lo Porto, i due italiani ancora nelle mani dei loro rapitori all’estero, ha detto Terzi parlando dopo la liberazione in Somalia dello skipper Bruno Pellizzari. “Può passare molto tempo da quando il sequestro avviene ma questo non attenua in nessun modo l’impegno del autorità e dei massimi livelli istituzionali nel portarli a casa”, ha sottolineato il ministro.

Le immagini di Pellizzari dopo la liberazione (foto Ap/LaPresse):