Paolo Pedrizzetti muore cadendo dal balcone, sua la foto simbolo degli anni 70

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Dicembre 2013 18:17 | Ultimo aggiornamento: 16 Dicembre 2013 19:59

ARONA (NOVARA) – Quell’uomo immortalato col passamontagna e la pistola, pronto a far fuoco, è diventato il simbolo degli anni di piombo. Paolo Pedrizzetti quella foto la fece a Milano il 14 maggio 1977. Una foto che fece storia e ancora oggi racconta un’epoca. Il 16 dicembre questo fotografo è morto con la moglie precipitando dal balcone di casa al settimo piano di un condominio di Arona: la coppia stava allestendo gli addobbi Natalizi.

Da una prima ricostruzione, sembra che a precipitare per primo sia stato Pedrizzetti, forse a causa di un malore o di una distrazione mentre si trovava in cima ad una scala sul balcone di casa. La moglie, Raffaella Mattia,  ha tentato di afferrare il coniuge, ma è precipitata con lui.

Pedrizzetti era l’autore della celebre fotografia, fatta a Milano il 14 maggio del 1977 in via De Amicis, in cui un autonomo col volto coperto e la pistola tenuta a due mani spara contro la polizia. Quel giorno venne ucciso il vicebrigadiere Antonio Custra.

pedrizzetti