Camille Lepage, giovane fotorepoter francese uccisa nella Repubblica Centraficana (foto)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Maggio 2014 13:09 | Ultimo aggiornamento: 14 Maggio 2014 17:15

PARIGI – La stampa ha perso un altro reporter al fronte. Si tratta di Camille Lepage, fotoreporter di soli 26 anni, uccisa nella Repubblica Centrafricana, dove le truppe di Parigi sono presenti dal 5 dicembre scorso. Lo ha reso noto il presidente Francois Hollande. “Il corpo di (Camille) Lepage è stato trovato dopo che una pattuglia francese ha fermato un auto guidata da un gruppo di anti-balaka (le milizie cristiane centrafricane che combattono contro i musulmani seleka) nella regione di Bouar”.

I deputati dell’Assemblea nazionale francese hanno osservato un minuto di silenzio in apertura della seduta odierna, in omaggio alla giovane fotografa uccisa in Repubblica Centrafricana, in un agguato di islamisti, mentre stava facendo un reportage. “Questo dramma mostra di nuovo quanto sia pericoloso il mestiere dei giornalisti che spesso mettono la loro vita a rischio per continuare a informarci”, ha sottolineato il presidente dell’Assemblea, Claude Bartolone.

Anche il Consiglio di sicurezza dell’ Onu ha “condannato fermamente” l’uccisione ed ha chiesto alle autorità di svolgere una inchiesta sull’accaduto. In una dichiarazione unanime, i 15 Paesi membri del Consiglio ricordano che secondo le norme internazionali i giornalisti che esercitano la loro professione in zone di conflitto “sono generalmente considerati come dei civili e in quanto tali vanno protetti”.

I membri del Consiglio sottolineano che i responsabili dovranno “rendere conto” alla giustizia e chiedono alle autorità di transizione a Bangui di “indagare rapidamente e di perseguire i colpevoli”. La fotografa Camille Lepage, 26 anni, è stata uccisa mentre realizzava un reportage nella Repubblica centraficana, da due mesi in preda a una guerra civile.

Clicca qui per vedere le sue foto più belle. Camille Lepage (foto Facebook):