Cardinale Etchegaray cade, Papa prova a prenderlo ma…FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Ottobre 2015 10:00 | Ultimo aggiornamento: 26 Ottobre 2015 10:00

CITTA’ DEL VATICANO – Il cardinale Roger Etchegaray vacilla e cade. Papa Francesco si accorge di quello che sta per succedere e cerca di sorreggerlo, ma non ci riesce. Il cardinale finisce in terra e la diagnosi non è da poco: femore sinistro fratturato. E’ accaduto la mattina del 25 ottobre durante la messa solenne celebrata nella basilica di San Pietro da Papa Francesco per la conclusione del sinodo. Il cardinale è stato ricoverato al Policlinico Gemelli di Roma, dove sarà operato.

Nel lasciare la basilica in processione, il Papa si è avvicinato a Etchegaray, che ha 93 anni ed è presidente emerito del Pontificio Consiglio Giustizia e Pace, il quale era in prima fila nello spazio riservato ai cardinali. Un attimo prima di stringere la mano a papa Francesco, l’anziano porporato ha perso l’equilibrio ed è finito a terra, nonostante il tentativo di Bergoglio di aiutarlo.

Soccorso dagli uomini della sicurezza, il cardinale è riuscito a sedersi ed ha anche scambiato un sorriso con Bergoglio Etchegaray è stato poi portato al policlinico Genelli, dove gli è stata diagnostica la frattura del femore sinistro. Le condizioni generali sono buone, ma sarà necessario un intervento chirurgico per la riduzione della frattura.

Il Papa è stato informato del ricovero di Etchegary ed in serata, intorno alle 19.30, si è recato, in forma privata, al Gemelli per una breve visita al porporato. Bergoglio, ha fatto sapere la sala stampa della Santa Sede,

“si è intrattenuto con il Cardinale con grande cordialità per circa un quarto d’ora e gli ha dato la sua benedizione”. Il cardinale Etchegaray “ha voluto ringraziare il Santo Padre, in particolare per il Sinodo appena concluso”.

Il porporato, ex diplomatico vaticano ed uomo delle “missioni impossibili” durante il pontificato di Karol Wojtyla, già in passato aveva subito la frattura di un femore, e sempre nella Basilica di San Pietro: rimase coinvolto la notte di Natale del 2009 nell’incidente causato da una donna che aveva saltato le transenne facendo cadere a terra anche papa Benedetto XVI. Alcuni giorni dopo, il 9 gennaio 2010, il Pontefice si recò a trovarlo al Gemelli, da dove Etchegaray fu dimesso dopo circa 20 giorni di degenza.

(Foto Ansa)