Castellammare. Incivile attento, la foto finisce sui manifesti in città

Pubblicato il 4 Aprile 2012 12:38 | Ultimo aggiornamento: 4 Aprile 2012 12:57

CASTELLAMMARE DI STABIA –  La lotta ai cittadini incivili passa dalla campagna di manifesti choc voluta dal sindaco Luigi Bobbio. Dal padrone del cane che non raccoglie i bisogni nel giardino pubblico, alla ragazza che imbratta una panchina. I manifesti sono stati realizzati dopo l’emanazione del regolamento comunale contro il malcostume e gli atteggiamenti vandalici, evidentemente non recepito dai cittadini di Castellammare di Stabia.

Gli scatti sono stati presi dal sito dell’associazione Arenile stabiese pulito, che ha come obiettivo il recupero di viali e panchine “vittime” di abusi ed atti vandalici. L’iniziativa del sindaco si chiama “Castellammare, pulita, accogliente e ospitale” ed i manifesti degli incivili sono solo il primo passo. Bobbio in una nota ha scritto: “Grazie agli amici dell’associazione Asp che svolgono una preziosa attività di volontariato, come sentinelle sulla nostra passeggiata in riva al mare, stiamo avviando un percorso perché tutti capiscano cosa significa violare una regola”.

La privacy degli incivili è stata comunque tutelata ed i volti nelle foto celati, ma non gli atteggiamenti. Bobbio ha detto: “L’atteggiamento di alcuni individui va marginalizzato, perchè sono assolutamente inaccettabili atteggiamenti come l’imbrattamento di una panchina o l’utilizzo del verde pubblico per lasciare gli escrementi dei propri animali domestici. Le regole, anche quelle di base, sono fondamentali per una città pulita e vivibile”.