Catasto Roma, mappa nuove rendite: le vie e le zone “rivalutate” in A/1 e A/2

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 novembre 2013 16:44 | Ultimo aggiornamento: 6 novembre 2013 17:31

ROMA – Sono 175 mila le case/locali/unità immobiliari di Roma che vedranno aumentata di molto la loro rendita catastale, passando tutte alle categorie A/1 e A/2, quelle degli immobili di pregio. Quegli immobili che quest’anno non sono stati esentati dall’Imu.

La revisione delle rendite catastali, avviata dal Comune di Roma e dall’Agenzia delle Entrate nel 2010, ha scandagliato le 17 zone più care di Roma trovando case di pregio che risultavano accatastate come catapecchie o case popolari.

In molti casi il catasto non era aggiornato dal 1939 e da allora molto è cambiato per i singoli immobili e per i quartieri che li ospitano.

Il Corriere Roma, con dati forniti dal Comune, ha pubblicato un elenco di zone e di strade dove si trovano le case la cui rendita catastale va aggiornata.

Queste le zone più care e “rivalutate” di Roma:

Flaminio 1, Flaminio 2, Parioli, Salario-Trieste, Delle Vittorie-Trionfale, Prati, Borgo, XX Settembre, Monti, Trastevere, Centro Storico, Esquilino, Gianicolo, Testaccio, Aventino, San Saba, Ville dell’Appia.

Catasto Roma, mappa delle nuove rendite: le vie e le zone più care e quindi "rivalutate" (Corriere Roma)

Catasto Roma, mappa delle nuove rendite: le vie e le zone più care e quindi “rivalutate” (Corriere Roma)

Queste le vie interessate dall’aggiornamento della rendita catastale:

CENTRO STORICO:
Via del Plebiscito
Piazza Doria Pamphilij
Corso Rinascimento
Piazza Sant’Eustachio
Piazza Sant’Andrea Della Valle
Via Giulia
Piazza Farnese
Piazza dell’Orologio
Piazza Navona
Piazza Trevi
Via di Panico
Piazza dei Coronari
Piazza del Campidoglio
Via del Teatro Marcello
Via Arenula
Piazza Ara Coeli
Piazza Colonna
Piazza del Parlamento
Piazza del Popolo
Via del Corso
Via dei Condotti
Piazza di Spagna
Piazza San Lorenzo in Lucina
Via del Babuino
Via Frattina
Piazza Augusto Imperatore
Via Margutta
Via di Ripetta

FLAMINIO 1
Via Scialoia
Via Flaminia
Via di Villa Giulia
Piazza della Marina

FLAMINIO 2
Piazza Gentile da Fabriano
Via Guido Reni
Piazza Antonio Mancini
Lungotevere Flaminio

PARIOLI
Viale Parioli
Via Archimede
Piazza Euclide
Via Pinciana
Via Po
Via di Villa Sacchetti

SALARIO-TRIESTE
Corso Trieste
Piazza Verbano
Via Tagliamento
Piazza Santa Costanza
Piazza Istria
Via Savoia
Via Nizza
Via Bergamo

BORGO
Borgo Pio
Via della Conciliazione

PRATI
Viale Giulio Cesare
Piazza Risorgimento
Piazza Cavour
Piazza Cola di Rienzo
Via Ottaviano

DELLE VITTORIE-TRIONFALE
Via Teulada
Piazza Mazzini
Viale Angelico
Piazza del Fante
Piazzale Maresciallo Giardino

XX SETTEMBRE
Via Piemonte
Via Lucullo
Via Piave
Piazza Indipendenza
Via Goito
Via Palestro
Via Veneto
Via Ludovisi
Via Sicilia
Via Sardegna

AVENTINO
Via di Santa Sabina
Piazza Santa Prisca
Via di Sant’Alessio

TRASTEVERE
Viale Trastevere
Piazza Sonnino
Piazza Mastai

GIANICOLO
Via Dandolo
Via Garibaldi
Via Porta San Pancrazio

TESTACCIO
Via Galvani
Piazza Santa Maria Liberatrice
Via Marmorata
Via di Monte Testaccio

SAN SABA
Via Aventina
Via Santa Balbina
Via Giotto
Via Bramante

MONTI
Via Milano
Via Firenze
Piazza dell’Esquilino
Piazza del Viminale
Via dei Serpenti
Largo di Santa Susanna
Via Barberini
Via Rasella
Piazza del Quirinale
Via Torino
Piazza della Repubblica

ESQUILINO
Piazza Vittorio
Piazza dei Cinquecento
Via di Santa Croce in Gerusalemme
Via Marsala
Via Giolitti
Viale Manzoni
Via Tasso
Piazza Santa Croce in Gerusalemme
Via Principe Eugenio
Via di Porta Maggiore

VILLE DELL’APPIA
Via di Torricola
Via Appia Antica
Via di Fioranello

Quanto incasserà il Campidoglio? Scrive il Corriere Roma:

“Secondo le stime congiunte dell’Agenzia delle Entrate e del Dipartimento Politiche Economiche del Campidoglio, la rivalutazione delle rendite catastali ha un valore complessivo di circa 123 milioni di euro. Ancora non è chiaro quale sarà però il gettito aggiuntivo generato dall’aggiornamento delle rendite, essendo ancora incerto il livello di tassazione degli immobili con tutti i provvedimenti in fase di discussione e definizione. Una cosa però è certa: sicuramente nelle casse capitoline, grazie a questa operazione, entreranno già dal 2014 diverse decine di milioni di euro in più all’anno“.