Cerchi Cagliari, trovi Casteddu: Sardegna indipendente per 1 mese (su Google)

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 Ottobre 2013 22:41 | Ultimo aggiornamento: 14 Ottobre 2013 23:34

CAGLIARI – Cagliari era diventata Casteddu, Sassari si era trasformata in Tàtari, mentre Oristano aveva ripreso l’antica dizione di Aristanis. La Sardegna, anzi Sa Sardinia, per circa un mese è stata “virtualmente indipendente”… solo su Google Maps. Nelle scorse settimane, sulle mappe del motore di ricerca, i toponimi dei quattro capoluoghi di provincia erano stati trascritti in sa limba, la lingua sarda. Google è ora intervenuta, ripristinando la dizione italiana.

L’operazione non era certo stata ordinata da Mountain View, ma si è trattato di uno “scherzetto” pensato e voluto dagli utenti. Il sito ha infatti un’applicazione, Google Map Maker, con la quale è possibile modificare i nomi delle località, il procedimento è analogo a quello di Wikipedia.

Di qui ad Hasta la revolucion toponomastica! il passo è breve. Il primo a lanciare il grido è stato un utente Facebook, adiratosi per la recente disposizione governativa che vieta i cartelli bilingue. Ha perciò fondato un gruppo sul social network dal titolo: “Modifichiamo in Sardo i toponimi della Sardegna su Google Maps. Basta un click”. Qualche passaparola e dopo poco in centinaia sono accorsi a modificare la carta su Internet. Hanno resistito un mese, prima di essere scoperti e Google, che in un primo momento non era intervenuta, ha dovuto ripristinare le vecchie mappe.