Cerci e Torino disperati, Parma e Cassano esultano: foto da Franchi e Tardini

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Maggio 2014 10:52 | Ultimo aggiornamento: 19 Maggio 2014 10:52

FIRENZE – La disperazione di Cerci e di tutto il Torino a Firenze. La gioia del Parma al Tardini. I gialloblù in Europa League, sorpassando i granata proprio all’ultima giornata. E, beffa delle beffe, il Torino tradito proprio dal suo uomo più rappresentativo (Alessio Cerci, appunto), che ha sbagliato un rigore al 94esimo. Cerci che molto probabilmente andrà al Mondiale.

Qui Firenze: la disperazione del Toro

Il Torino era artefice del proprio destino: vincendo a Firenze, sarebbe tornato in Europa, indipendentemente dai risultati delle dirette avversarie. Partita in salita, con la Fiorentina due volte in vantaggio e due volte raggiunta.

Poi, il rigore durante il recupero per un fallo su Barreto. Un rigore tra il Toro di Ventura e l’Europa. Sul dischetto non può che andare Cerci, uomo simbolo e trascinatore della squadra insieme a Immobile (che però stasera è squalificato). Tira Cerci, tira forte, tira con rabbia: Rosati, riserva della Fiorentina oggi titolare, si tuffa dal lato giusto e respinge.

Il mondo crolla addosso a Cerci, che scoppia in lacrime perché sa che la partita è finita. Dopo il match, Ventura dirà che Cerci è come Baggio e Baresi (che sbagliarono il rigore nella finale mondiale del ’94 contro il Brasile). Non è colpa di Cerci insomma.

Qui Parma: la gioia del Parma

Il Parma ha una sola possibilità per andare in Europa League: deve vincere. Ma potrebbe non bastare, perché il Torino è un punto avanti. Quindi il Parma deve vincere e il Toro non deve vincere.

Dopo uno scialbo primo tempo, nella ripresa una doppietta di Amauri stende il Livorno. Il Torino non vince, anzi perde, poi pareggia. A fine partita il Tardini è tutto attaccato alla radiolina per sapere come va a Firenze.

Tutto è pronto per la festa ma…l’arbitro assegna un rigore al Toro nell’ultimo minuto del recupero. Silenzio tombale al Tardini: Cerci tira, Rosati para. Lo stadio esplode, i giocatori esplodono, guidati da Cassano che stava seguendo l’esito del rigore ai bordi della panchina.

Il Parma torna in Europa, la festa può cominciare.

Foto Ansa