Cerere, macchia misteriosa sulla superficie: impatto di un asteroide? FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 febbraio 2015 13:20 | Ultimo aggiornamento: 26 febbraio 2015 13:21

ROMA – Una macchia brillante e misteriosa si osserva sulla superficie di Cerere, il pianeta nano situato ai confini del Sistema Solare. Un piccolo cerchio bianco e brillante che spicca sulla superficie di ghiaccio che ricopre Cerere. La sonda Dawn della Nasa si prepara ad entrare nell’orbita di Cerere il prossimo 6 marzo e a rispondere anche al mistero della macchia, che rimane al momento un vero e proprio interrogativo per gli astronomi.

La sonda della Nasa è partita dalla Terra nel 2007, incontrando nel 2011 lungo il suo viaggio verso Cerere l’asteroide Vesta, scrive Simone Valesini su Repubblica:

“Nelle scorse settimane comunque ha iniziato il suo avvicinamento a Cerere, ed è già pronto il primo grattacapo per gli scienziati della missione: le foto scattate dalla sonda mostrano infatti una misteriosa, e per ora inspiegabile, macchia bianca sulla superficie del proto-pianeta.

Dalla Nasa non si sbilanciano, ma ammettono che al momento il fenomeno resta senza spiegazione. “Sì, possiamo confermare che sulla superficie di Cerere è presente qualcosa che riflette una maggiore quantità di luce solare”, ha spiegato a Space.com Marc Rayman Direttore e Ingegnere Capo della missione Dawn, “ma cosa sia effettivamente resta per ora un mistero”.

Come tutti i pianeti ghiacciati, la superficie di Cerere è coperta di ghiaccio, anche se tra i pianeti di questo tipo è quello più “caldo”:

“con temperature che nella zona equatoriale oscillano tra i -136 e i -28 gradi, e i ghiacci sulla sua superficie dovrebbero essere quindi abbastanza “fluidi” da riempire qualunque tipo di depressione, producendo una superficie relativamente uniforme”.

Cosa potrebbe essere allora quella macchia? Al momento una sola ipotesi è trapelata dai laboratori Nasa ed è stata riportata dal Los Angeles Times:

5 x 1000

“la macchia possa rappresentare una zona di materiale esposto di recente (ad esempio dall’impatto di un asteroide), che non abbia quindi avuto il tempo di scurirsi come le aree circostanti per effetto dei raggi cosmici. “Per ora non sappiamo cosa sia quella macchia bianca, ma è sicuramente intrigante”, ha aggiunto Rayman. “In effetti fa venire voglia di mandare un’astronave a scoprire di cosa di tratti, e ovviamente è esattamente quello che stiamo facendo! Quando Dawn sarà abbastanza vicina da mettere a fuoco Cerere più chiaramente, dovremmo riuscire a vedere cosa sia in grande dettaglio”.

(Credit Photo: Nasa/Jpl)