Charlie Hebdo, Maometto piange in copertina: “Tutto è perdonato” FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Gennaio 2015 1:17 | Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio 2015 1:17

ROMA – Charlie Hebdo torna in edicola mercoledì 14 gennaio. Tre milioni di copie, questa la tiratura eccezionale rispetto alle 60mila copie del settimanale satirico francese. Charlie Hebdo torna in edicola e lo fa mettendo Maometto in copertina. “Je suis Charlie“, dice il profeta dell’Islam versando una lacrima dopo la strage.”Tutto è perdonato“, questa la didascalia.

La copertina di Charlie Hebdo è stata annunciata con una foto su Twitter da Liberation, il quotidiano francese che ospita i sopravvissuti della redazione del settimanale satirico. E proprio loro, sopravvissuti alla strage, non rinunciano al “diritto di essere blasfemi”.

La rivista torna in edicola dopo il massacro con le sue nuove vignette addirittura in tre milione di copie, tradotta in sedici lingue e distribuita in tutto il mondo. L’obiettivo, ancora una volta, è quello di far ridere, spiega il caporedattore Gerard Biard

“Spero che le copie vendute siano anche più di un milione. Questi fascisti religiosi devono capire su cosa hanno sparato”.

E aggiunge parlando del numero 1178:

“Avrà lo stesso tono di tutti quelli che abbiamo fatto fino ad oggi. Non ci saranno necrologi o spazi vuoti. Ma disegni e testi inediti. Come quello che facciamo ogni settimana da oltre 20 anni sarà un numero con cui cercheremo di far ridere, perché questo è quello che sappiamo fare meglio.

Abbiamo iniziato a lavorarci da giovedì, all’indomani dell’attentato. Proveremo ad esprimere le nostre idee, e quando parlo di nostre idee significa di tutta la redazione, compresi quelli che non ci sono più. Sarà il giornale che conoscete. Avrà 16 pagine. Lo stesso che è sempre stato, e spero sarà sempre, anche se non sarà possibile ignorare 17 morti”.

(Foto Twitter)