Chiara Ferragni e lo spot (vietato) del latte artificiale. Post scompare travolto dalle critiche

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 luglio 2018 9:56 | Ultimo aggiornamento: 13 luglio 2018 9:56
Chiara Ferragni e lo spot (vietato) del latte artificiale. Post scompare travolto dalle critiche

Chiara Ferragni e lo spot (vietato) del latte artificiale. Post scompare travolto dalle critiche (Foto Instagram)

MILANO – Chiara Ferragni fa infuriare il web. E le mamme soprattutto. Sotto accusa il suo post pubblicato su Instagram [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] in cui sponsorizza un marchio americano di latte artificiale per neonati. 

La fashion blogger cremonese da 13 milioni di follower su Instagram ha postato una foto che la ritrae insieme al piccolo Leone, il figlio avuto quattro mesi fa dal compagno Fedez. Accanto a loro, su un tavolo, un barattolo giallo di latte artificiale. A corredo della foto, la didascalia con la scritta: “Quando sono in viaggio, mi manca enormemente il mio bambino. Mi rassicura sapere che però ha avuto un miglioramento. Solo il meglio per il mio Leo. Ho scelto (nome del marchio, ndr) perché è simile al latte materno e è anche la scelta numero uno raccomandata dai pediatri negli USA”.

Peccato che, nonostante fosse accompagnato dalla parola “advertising” ormai obbligatoria per le sponsorizzazioni sui social, il post violasse una legge italiana istituita nel 2009 in attuazione di una direttiva europea che vieta la pubblicità del latte artificiale per neonati, per sensibilizzare sull’allattamento al seno promosso anche dall’Oms (Organizzazione mondiale della sanità). Questo tipo di pubblicità è permesso negli Stati Uniti ma non in Europa. E così poco dopo, travolto dalle polemiche e con possibili rischi legali, il post è scomparso dal profilo della Ferragni.