Chiara Ferragni come la Madonna per Francesco Vezzoli: il Codacons la denuncia per blasfemia

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 Settembre 2020 14:50 | Ultimo aggiornamento: 28 Settembre 2020 20:45
Chiara Ferragni come la Madonna per Francesco Vezzoli: il Codacons la denuncia per blasfemia

Chiara Ferragni come la Madonna per Francesco Vezzoli: il Codacons la denuncia per blasfemia (Instagram)

Il Codacons ha denunciato Chiara Ferragni per blasfemia per l’immagine di Francesco Vezzoli che la ritrae come la Madonna con bambino del Sassoferrato

Chiara Ferragni posta su Instagram l’immagine di Francesco Vezzoli per Vanity Fair che la ritrae nei panni della Madonna con bambino del Sassoferrato (pittore dei Seicento) e il Codacons la denuncia per blasfemia e offesa al sentimento religioso.

Per l’associazione dei consumatori la pubblicazione di quell’immagine “ha generato indignazione e raccapriccio nell’opinione pubblica e sul web”.

L’esposto del Codacons

Il Codacons ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Milano e al Ministro dei beni culturali Dario Franceschini “affinché intervengano su quella che non è una provocazione, ma una grave mancanza di rispetto per i cristiani, per l’intero mondo religioso e per l’arte in genere”. 

“L’immagine che raffigura la Ferragni nei panni di una moderna Madonna (…) – prosegue l’associazione dei consumatori –  sfrutta la figura della Madonna e la religione a scopo commerciale”. Lo scrive il Codacons, che aggiunge: “Essendo noto come la Ferragni sia una vera e propria ‘macchina da soldi’ finalizzata a vendere prodotti, sponsorizzare marchi commerciali e indurre i suoi follower all’acquisto di questo o quel bene”.   

L’associazione dei consumatori parla di “sfruttamento indegno della figura della Madonna che ha scatenato le proteste dell’intero mondo cristiano”. E questo, scrive il Codacons, potrebbe quindi “realizzare fattispecie penalmente rilevanti per blasfemia e offesa al sentimento religioso”. Per questo, aggiunge l’associazione, l’esposto è stato inviato anche a papa Francesco, “affinché si pronunci contro tale squallida e inutile provocazione”.

Il precedente

Sulla vicenda è intervenuto Fedez con un commento via Twitter: “Mi mancavano”, ha scritto. Non è infatti la prima volta che il Codacons prende di mira i Ferragnez. Durante l’emergenza coronavirus l’associazione aveva denunciato Fedez per la raccolta fondi a favore della sanità pubblica sulla piattaforma Go Fund Me. (Fonti: AdnKronos, Twitter)