Chiazze rosse sospetta in mare a Taranto (foto). Capitaneria: E’ colpa delle alghe”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 gennaio 2014 19:53 | Ultimo aggiornamento: 2 gennaio 2014 20:15

TARANTO  Numerose telefonate sono giunte alla sala operativa della Guardia Costiera di Taranto da parte di cittadini allarmati dalla presenza nelle acque del litorale jonico, per la precisione all’altezza di Lama, di diverse ampie chiazze di colore rossastro, che si estendevano sino a pochi metri dalla costa.

I militari hanno predisposto l’intervento di una pattuglia via terra e di un mezzo nautico ed hanno escluso che fosse in atto un inquinamento dovuto a idrocarburi.

La Guardia Costiera ha chiesto l’intervento dell’Arpa Puglia, che ha effettuato alcuni campionamenti e delle analisi di laboratorio che hanno appurato che il fenomeno è naturale e da attribuire alla presenza in acqua di particolari alghe che determinano la colorazione rossastra delle acque.

”Le analisi di laboratorio, i cui esiti saranno resi noti nei prossimi giorni, dovrebbero confermare – è detto in una nota della Capitaneria – l’origine naturale del fenomeno, scongiurando così i timori di tanti cittadini sulla natura inquinante della sostanza anomala riscontrata”.

Per il presidente dei Verdi Angelo Bonelli quello che si è verificato a Taranto è un “fatto estremamente grave”.L’ambientalista consigliere comunale a Taranto “vanno immediatamente accertate le cause, perché il color ruggine potrebbe essere stato provocato da qualche nave cisterna carica di materiali ferrosi che ha scaricato il materiale al porto ha pulito la stiva a ridosso della costa. A Taranto è ormai campo di una vera e propria guerra dichiarata contro l’ambiente”.

Una foto del mare colorato di rosso intanto, è finita su Facebook:

Chiazze rosse sospetta in mare a Taranto (foto)

Chiazze rosse sospetta in mare a Taranto (foto)