Cina, 16enne autistica incatenata per 5 anni in una gabbia di legno FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 luglio 2015 16:45 | Ultimo aggiornamento: 15 luglio 2015 16:45

PECHINO – Una ragazza di 16 anni che soffre di problemi mentali è stata rinchiusa incatenata per ben 5 anni, all’interno di una cabina di legno utilizzata per la conserva del mais. Xiao Shuang, questo il nome della gionvane, vive nella provincia cinese di Jilin: Xiao è caduta a terra violentemente a tre anni e da quel momento ha cominciato a soffrire di seri problemi comportamentali. I medici le hanno diagnosticato l’autismo e i genitori, non avendo i soldi per curarla hanno deciso di rinchiuderla in questa gabbia per evitare che si facesse male.

A suggerire il rimedio sono stati gli abitanti del villaggio: la ragazzina infatti, spesso veniva bloccata mentre correva pericolosamente tra le strade del villaggio. Il padre di Xiao Shuang, il signor Zhu, ha affermato che la ragazza una volta era scomparsa per otto giorni, ed era stata ritrovata da un vicino che  aveva riconosciuto la sua voce. I genitori hanno raccontato alle autorità cinesi di aver preso la decisione di legarla a malincuore.